martedì 10 dicembre 2019
menu
Ambiente Regione

Tempo di castagne ma la siccità si fa sentire

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 11 ott 2017 11:00 ~ ultimo agg. 13:27
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Anche per molti riminesi la castagnata fuori porta è un appuntamento fisso a ottobre, ma quest’anno ci si deve incamminare senza grosse aspettative. Castagne e marroni – spiega Coldiretti– sono infatti al minimo storico in Emilia Romagna dove a causa della siccità ci sarà una produzione in calo del 50 per cento rispetto alla già bassa produzione del 2016.

Il calo produttivo varia da zona a zona: in alcune aree come la Romagna è stato contenuto grazie alle piogge dei primi giorni di settembre, mentre dove non c’è stato il ristoro della pioggia il raccolto è in calo anche del 70 per cento. A soffrire di più sono state le piante delle aree in maggiore pendenza e maggiore altitudine dove i castagni hanno perso in larga parte anche le foglie, si sono salvate invece le piante in aree a minore pendenza e nelle parti più riparate dove la maggiore umidità ha consentito una produzione minore alla media, ma comunque di qualità.

Con i suoi 2.822 ettari di castagneto da frutto, l’Emilia Romagna è la sesta regione in Italia per estensione dei castagneti, il 35 per cento dei quali situati in provincia di Bologna

Altre notizie
di Redazione
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione   
di Andrea Polazzi   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna