domenica 20 gennaio 2019
In foto: Elisa Gamboni ed Elisa Cecchini con gli altri azzurri
di Icaro Sport   
lettura: 2 minuti
gio 24 ago 2017 15:29 ~ ultimo agg. 15:30
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

E dopo l’ottima prestazione ai campionati italiani esordienti under 25 di bridge svoltisi a Salsomaggiore, Elisa Cecchini ed Elisa Gamboni, tredicenni terribili di Misano, convocate assieme ad altri sei coetanei a rappresentare l’Italia ai campionati mondiali studenteschi svoltisi a Lione dal 18 al 21 agosto dove hanno conquistato nella classifica avulsa, l’11° posto assoluto su 120 coppie partecipanti dietro la corazzata cinese (9 coppie tra le prime 10 e una coppia danese) risultando, pertanto, vice campionesse europee.

Quel che più conta, le nostre portabandiera hanno avuto l’occasione grazie al Bridge di incontrare ragazzi provenienti da ogni parte del mondo e di trascorrere due giorni in un clima di amicizia internazionale all’insegna dello sport della mente.

Il Campionato mondiale studentesco è stato disputato nella stessa sede in cui sono in corso i Campionati del Mondo a squadre e i Mondiali Giovanili a partecipazione libera; i ragazzi hanno quindi respirato l’atmosfera, la tensione agonistica e il prestigio del più nobile dei campi di gara. Questa esperienza straordinaria, che ha entusiasmato gli Azzurrini, sarà un indelebile ricordo e speriamo sia motivante per i ragazzi per continuare a impegnarsi e a coltivare lo sport della mente.

Per raggiungere un traguardo così prestigioso, si sono allenate alacremente in biblioteca con altri sei studenti misanesi che dedicano al bridge parte del loro tempo libero estivo, nella speranza che il prossimo anno anche loro siano convocati per queste importanti manifestazioni studentesche.

E stiamo parlando di Alessandra Battelli, Martina Caldari, Cristian Nucci, Alice Pangrazi, Annamaria Svedu e Michele Strozzi, che lunedì scorso, mentre le due Elisa erano di ritorno dalla Francia, hanno partecipato al torneo giovanile svoltosi nell’ambito del Meeting dell’Amicizia in svolgimento a Rimini.

Nella speranza che le due ragazzine proseguano sulla strada tracciata da Giovanni Donati, che a 19 anni sta gareggiando a Lione nella nazionale maggiore, un augurio a tutti che il loro impegno nello sport della mente li conduca ai migliori traguardi possibili anche nella vita.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna