Giochi dei Piccoli Stati. Altri due bronzi per il medagliere sammarinese

Giochi

in foto: Ercolani Volta

La terza giornata di gare per i colori sammarinesi si chiude con altre due medaglie di bronzo, che arrivano dall’atletica leggera. A conquistarli sono Andrea Ercolani Volta nei 400 ostacoli e Joe Guerra nei 3000 siepi.

Due medaglie “di legno”, invece, da nuoto, dove sia Beatrice Felici che Sara Lettoli chiudono al 4° posto.

TENNISTAVOLO – Le coppie sammarinesi di tennistavolo si devono accontentare del bronzo nelle semifinali di doppio disputate questo pomeriggio. Entrambe sono state sconfitte da rappresentanti del Lussemburgo. Vannucci/Ragni hanno perso per 3-0 contro Ciociu/Olteanu, mentre le ragazze sono uscite sconfitte con lo stesso risultato con Tamasasuskaite/Gonderinger.

La prestazione è stata in linea con quelle che erano le aspettative: “Sapevamo sarebbe stata difficile, ci abbiamo provato ma la differenza tecnica si è vista” ha dichiarato il tecnico Claudio Stefanelli -. Teniamo conto che questi sono dei professionisti. Sono contento perché sia i ragazzi che le ragazze hanno tenuto bene. Per la gara di domani di singolo ci sono buone prospettive”.

“In entrambe le semifinali avevamo davanti una squadra forte come il Lussemburgo – ha commentato il ct Claudio Stefanelli. Sapevamo che era molto difficile, ci abbiamo provato ma la differenza di classifica mondiale si è vista”.

“Con Lussemburgo sapevamo che sarebbe stata molto difficile – spiega Letizia Giardi, perché loro sono di molto avanti a noi in classifica. Però abbiamo giocato bene e dunque mi sento soddisfatta. Quando l’avversario è più forte bisogna riconoscerlo. Invece questa mattina per superare il girone più difficile abbiamo giocato veramente con il cuore e con la cattiveria”.

“Anche io mi aspettavo che sarebbe stato difficile – aggiunge Chiara Morri, sia nel girone, dove abbiamo incontrato squadre toste ma grazie al lavoro di squadra ce l’abbiamo fatta, sia contro le lussemburghesi. Chiaramente loro sono più forti di noi, ma noi ce l’abbiamo messa tutta”.

L’oro maschile è stato conquistato proprio dalla coppia lussemburghese che in finale ha battuto i montenegrini Bakic/Radukic, l’altro bronzo è andato agli atleti monegaschi. Stesso risultato per le donne, con Tamassasuskaite/Gonderinger vittoriose in finale per 3-0 su Culafic/Petric (il secondo bronzo è andato a Cipro).

ATLETICA LEGGERA – È stato un pomeriggio positivo per l’atletica leggera, che chiude il suo secondo giorno di gare con due medaglie di bronzo. La prima arriva da Andrea Ercolani Volta, che nei 400 ostacoli chiude al terzo posto con il crono di 53.07 (nuoto personale), alle spalle del lussemburghese Frisch (52.16) e dell’islandese Jasonarson (56.67. Nella stessa gara elia Genghini ha chiuso 5° in 58.97.

“È stata una gara impegnativa – commenta Ercolani Volta, mi sono divertito molto. Sono molto contento del personale e anche del podio. Speravo di riuscire a prendere l’islandese, perché l’ho visto veramente vicino, però lui ne aveva di più. E’ stata una bellissima gara, devo fare i complimenti e ringraziare sia il Comitato Olimpico che la Federazione per l’ottima organizzazione. Sarebbe bello avere la possibilità di farle più spesso gare come questa”.

L’altro bronzo arriva da Joe Guerra, che nei 3000 siepi è riuscito inaspettatamente a salire sul podio. Inaspettatamente perché, ad un giro dalla fine il podio sembrava già scritto, almeno fino a quando il monegasco Ouerdi non è caduto a terra, vittima di un infortunio (è stato portato via in ambulanza), mettendo di fatto il bronzo al collo di Guerra, che ha amministrato il vantaggio sull’altro monegasco, Baaziz. Oro al cipriota Fragkou e argento all’andorrano Carabana Valenzuela.

“Non posso crederci, mi sento molto fortunato e grato ai tanti tifosi che sono venuti a fare il tifo per me – ha commentato Guerra -. Sono onorato di aver indossato i colori di San Marino. E’ stato davvero un onore, non potrei essere più felice di così”.

La prima a rompere il ghiaccio era stata Beatrice Berti nei 400 ostacoli, chiusi al 4° posto in 1:05.88. Nella finale dei 400 metri maschili, vinta dal monegasco Andant, Alessandro Gasperoni ha chiuso al 6ç posto in 49.62.

NUOTO – Non arriva nessuna medaglia nelle finali del pomeriggio per il San Marino del il nuoto sammarinese. Ci vanno molto vicine, però, Beatrice Felici, che nei 50m stile libero arriva quarta dietro alla monegasca Pauline Viste con un tempo di 26.94, e Sara Lettoli nei 200m stile libero, quarto tempo anche per lei a pochi decimi dal podio (2.04.92).

“In acqua mi sento molto bene, sono migliorata anche nei tempi – ha commentato a fine gara –. Non mi aspettavo di poter fare tempi simili a inizio anno. Mi dispiace essere arrivata quarta in entrambe le gare, ma sarà per i prossimi anni. L’Importante è essere migliorata”.

Sesto tempo per Linda Canti nei 100m rana che chiude con un 1.18.30; nei 50m stile libero arrivano rispettivamente settimo e ottavo Davide Bernardi (24.46) e Raffaele Tamagnini (24.73).

Nella staffetta 4x100m misti San Marino viene squalificato per falsa partenza.

TIRO CON L’ARCO – Niente da fare per i portacolori sammarinesi nei tornei individuali di arco ricurvo. Paolo Tura, Emanuele Guidi e Jacopo Forlani sono usciti dal tabellone agli ottavi di finale, sconfitti rispettivamente dal cipriota Constantinos Panagi (6-4), dal lussemburghese Joe Klein (6-0) e dal cipriota Mimis El Helali (7-1). In finale si sfideranno due lussemburghesi: Jeff Henckels, che in semifinale ha battuto 6-0 l’islandese Gudmundur Orn Gudjonsson, e Klein Joè, che in semifinale ha avuto ragione del cugino Pit, ma soltanto allo shoot-off.

Nel torneo femminile l’unica sammarinese in gara era Simona Muccioli, che è stata sconfitta ai quarti di finale dalla cipriota Anna Kallenou con il punteggio di 6-4. In semifinale la Kallenou si è però dovuta arrendere alla connazionale Mikaella Korouna. Anche la finalissima sarà un affare esclusivamente cipriota, perchè la Kallenou si troverà di fronte la connazionale Elena Mousikou. La finale per il bronzo, invece, vedrà opposte Anna Kallenou e la lussemburghese Carmen Beaudeux.

TIRO A SEGNO – Il Lussemburgo vince un’altra medaglia d’oro: Carole Calmes si aggiudica la finale, superando dopo lo shoot-off la cipriota Marilena Constantinou. Medaglia di bronzo per la montenegrina Andela Milickovic, mentre Erika Ghiotti chiude ad un passo dal podio con un amaro quarto posto.

Icaro Sport

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454