lunedì 21 gennaio 2019
di Lucia Renati   
lettura: 1 minuto
mar 23 mag 2017 09:43 ~ ultimo agg. 15:55
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

La polizia usa lo spray al peperoncino per fermare un barese di 28 anni, per resistenza e minacce. È la prima volta che a Rimini si è reso necessario l’uso dello spray al peperoncino da parte di agenti della Polizia di Stato, dotati di questo strumento da febbraio. Ieri alla Caritas gli agenti delle Volanti sono intervenuti per la presenza di un uomo, che dopo essere stato allontanato continuava ad aggirarsi con fare minaccioso davanti all’istituto agitando una bottiglia di liquore in mano. Lo stesso aveva iniziato a picchiare delle persone presenti e alcuni operatori.
L’uomo, in evidente stato di alterazione, nonostante i numerosi tentativi per calmarlo, continuava a lanciare minacce come “vi uccido tutti”. Gli agenti intervenuti sul posto hanno quindi cercato di dirigerlo verso l’esterno, ma ad un certo punto quando ha colpito al petto un poliziotto un collega ha utilizzato lo spray al peperoncino, bloccando il 28enne.

A circa metà della sala d’ingresso, l’uomo, dopo aver colpito al petto uno degli operatori ha cercato di rientrare nella struttura e nello stesso tempo alzando il braccio sinistro ha colpito una donna lì presente. E’ stato a quel punto che al fine di bloccare l’uomo ed evitare il contatto fisico che uno degli operatori ha utilizzato lo spray al peperoncino, che ha consentito di effettuare le operazioni in assoluta sicurezza sia per i presenti che per l’uomo e per gli operatori.
L’uomo, già noto alle Forze di Polizia per essere stato arrestato per rapina, ricettazione e furto, è stato quindi condotto presso gli Uffici della Questura di Rimini, dove – dopo essere stato trattato con il kit decontaminante – è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. Giudicato per direttissima.

Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna