lunedì 21 gennaio 2019
di Redazione   
lettura: 1 minuto 1.764 visite
ven 19 mag 2017 14:30
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 1.764
Print Friendly, PDF & Email

La truffa dello specchietto costa una denuncia ad un pregiudicato 26enne di Catania. La vittima, una 21enne di Verucchio, non è però caduta nel tranello. È accaduto a metà aprile quando l’uomo, a bordo della sua Fiat 500, all’altezza di Corpolò ha cercato di mettere in atto lo stratagemma pretendendo dalla giovane 100 per il presunto danno ricevuto. La ragazza ha però capito le intenzioni del 26enne e ha preso tempo facendo alcune telefonate, costringendolo a desistere. Poi lo ha denunciato ai carabinieri che lo hanno individuato in un’altra regione del nord dove nel frattempo si era trasferito.

Ma come funziona la truffa dello specchietto? In generale la tecnica è semplice: il malvivente individua il “bersaglio”, solitamente un automobilista anziano o – come avvenuto in questo caso – una giovane ragazza e mentre incrocia la sua auto percorrendo la stessa strada nell’opposto senso di marcia, oppure in fase di sorpasso, finge un danno allo specchietto retrovisore della sua auto (in realtà già rotto) e chiede il risarcimento di un presunto danno subito.

Notizie correlate
di Redazione
di Icaro Sport
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna