Indietro
menu
Politica Rimini

Trasporto scolastico, l'affondo di Pecci (Lega): amministrazione vuole privatizzare

In foto: Marzio Pecci
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 27 mag 2017 16:42
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dopo la privatizzazione degli asili, ora tocca ai trasporti scolastici. Il nuovo attacco all’amministrazione riminese arriva dal capogruppo della Lega Marzio Pecci che accusa il PD di mettere in atto una pericolosa “politica del liberismo”.
Pecci fa riferimento al bando per il trasporto scolastico e mette sul piatto da un lato le dichiarazioni dell’assessore Morolli, che nell’incontro con sindacati aveva dato “assicurazioni di importanti investimenti in un settore ritenuto strategico per l’amministrazione comunale”, dall’altro quella che definisce l’immediata smentita da parte del sindaco Gnassi “che ha dato al proprio consigliere di Start – dice – disposizioni contrarie se è vero, come è vero, che questi, nel cda dell’agenzia mobilità convocata per il giorno dopo l’incontro con i sindacati, ha votato contro la partecipazione dell’agenzia mobilità al bando per il trasporto scolastico”.
La conclusione, secondo Pecci, è che ci sia una precisa volontà di andare a privatizzare un ulteriore servizio scolastico “a favore delle solite persone, cooperative e/o aziende vicine al PD”. Il capogruppo della Lega annuncia però massima vigilanza da parte del suo partito “per impedire che si ripeta un bando farlocco come quello del parcheggio di Miramare” che si è aggiudicato il comitato della pro loco di Miramare il cui ex presidente – dice Pecci – milita in Patto Civico, lista di maggioranza in consiglio comunale.

 

Notizie correlate
di Redazione   
di Andrea Polazzi