Indietro
menu
Politica Riccione

Sinistra Italiana e Rifondazione senza rappresentanza a Riccione: "scheda bianca per sindaco"

In foto: una bandiera di Rifondazione
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 17 mag 2017 15:18 ~ ultimo agg. 16:36
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

A Riccione Sinistra Italiana e Rifondazione Comunista non si sentono rappresentate da nessuna lista o candidato. Lo dichiara in una nota congiunta delle due realtà di sinistra Paolo Pantaleoni, Segretario provinciale di Rifondazione Comunista.

 “Gli eventi che hanno portato al voto anticipato a Morciano e Riccione non hanno consentito di fare crescere a sinistra percorsi che dal basso potessero dare vita a liste unitarie della sinistra su posizioni autonome ed alternative al Partito Democratico”, come invece accaduto a Coriano. “Riccione i tempi stretti non hanno consentito di attivare quel processo partecipato, aperto ed inclusivo, capace dal basso di andare oltre le appartenenze partitiche. Riteniamo inaccettabile sedersi al tavolo con chi ha privatizzato il servizio idrico integrato, approvato il decreto Minniti e sostenuto le ragioni del Si al Referendum dello scorso dicembre”.

E così a Riccione “nè Rifondazione Comunista nè Sinistra Italiana sostengono o danno indicazione di voto per la lista SiAmo Riccione”.

Per quanto riguarda i candidati sindaco “riteniamo che tra le varie espressioni del liberismo di periferia non vi siano differenze di sorte e quindi, non essendoci liste che ci rappresentano, diamo indicazione agli elettori per la scheda bianca o l’annullamento della stessa”.

 

Notizie correlate
Rischio 'cratere' nel centrosinistra

L'appello del Circolo PD Euterpe: no alle primarie

di Redazione   
di Redazione   
di Andrea Polazzi   
VIDEO