Indietro
menu
Attualità Nazionale

Fermo pesca, nessuna notizia dei pagamenti 2015 e 16. Cevoli scrive a Roma

In foto: repertorio
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 24 mag 2017 12:20 ~ ultimo agg. 15:16
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Periodo difficile per i pescatori. Il presidente della Cooperativa Lavoratori del Mare Giancarlo Cevoli ha inviato oggi una lettera al ministero delle Politiche Agricole (in particolare al capo dipartimento Luca Bianchi) mettendo sul piatto tutte le problematiche relative al fermo pesca. “La mia cooperativa – scrive – di cui sono presidente da 30 anni sta vivendo momenti di grande tensione in quanto non abbiamo risposte di alcun tipo in merito all’erogazione del fermo pesca degli anni 2015 e 2016”. “Inoltre – prosegue Cevoli – ci si appresta all’eventuale fermo 2017, senza sapere nulla e senza poter fare programmazione degli interventi da effettuare a bordo dei pescherecci in materia di sicurezza e altro ancora, come avveniva in passato.” Il presidente della Cooperativa ribadisce comunque l’importanza del fermo biologico di 45 giorni, vitale per la pesca in Adriatico, e auspica l’accoglimento delle istanze presentate.

Notizie correlate
di Redazione