Dieci anni fa ci lasciava Vincenzo Bellavista, il più grande presidente del Rimini

Bellavista

in foto: Un collage di foto in ricordo di Vincenzo Bellavista

Dieci anni fa, il 21 maggio 2007, si spegneva Vincenzo Bellavista… e insieme a lui il sogno di un grande Rimini.

Una perdita che ha cambiato il corso della storia biancorossa, con la Cocif che tre anni dopo, nel 2010, decise di non iscrivere più la squadra al campionato di C1, la ripartenza dalla serie D con Biagio Amati al timone, il nome trasformato in AC Rimini 1912 e l’assurdità di due squadre con la stessa maglia nello stesso campionato; l’altra, il Real Rimini, sparì poco dopo.

Quindi il passaggio a Fabrizio De Meis. Il resto è storia di un anno fa, quando la squadra centrò sul campo la salvezza in Seconda Divisione, ma dovette rinunciare al titolo per mancanza di denaro per onorare la stagione finita e iscriversi a quella successiva. E una nuova ripartenza, con di nuovo quell’FC nel nome che costituisce un ritorno al passato.

Si è ripartiti dal campionato di Eccellenza, con Giorgio Grassi alla guida, per festeggiare a fine stagione il “triplete” (campionato, Coppa Emilia Romagna e Supercoppa) in un torneo inedito per la storia del calcio moderno riminese.

L'abbraccio tra Bellavista e RicchiutiIn mezzo, nel 2012, il centenario della Rimini Calcio. E in quell’occasione il nostro sito Newsrimini.it promosse un sondaggio, che fece registrare numeri “stratosferici” e che consacrò (fu quasi un plebiscito) Vincenzo Bellavista Presidente di tutti i tempi del sodalizio biancorosso.

Una figura, quella del grande Patron, che i tifosi del Rimini ricorderanno per sempre, con la sua grinta e la sua voglia di vincere, ma anche la sua schiettezza! “Bellavista con noi” cita uno striscione del Collettivo Riminese, tuttora presente allo stadio e che ci onoriamo di aver suggerito, con un appello durante la nostra trasmissione “Calcio.Basket”.

BellavistaMai il Rimini era stato così in alto. Partendo dalla C2 salì fino a lottare per la promozione in A. Mai aveva duellato in passato con realtà come Firenze, Napoli e Avellino prima, e poi (in una serie B ritrovata dopo 23 anni) anche con Genoa e addirittura Juventus. Unica squadra, quella biancorossa, che riuscì in quel campionato 2006-2007, l’ultimo sotto la guida di Bellavista, a rimanere imbattuta nel doppio confronto con la Vecchia Signora.

Ma Vincenzo Bellavista fu anche e soprattutto un grande imprenditore: fece “decollare” la Cocif, diventata sotto la sua guida un’azienda di importanza internazionale. E fu un grande uomo, impegnato anche nel sociale.

La famiglia Bellavista (alla quale va il nostro pensiero) ha sempre custodito con riservatezza la sua dimensione familiare. Ma per capire il Vincenzo Bellavista marito e padre basta guardare gli occhi della signora Leila e sentire le parole di ricordo del figlio Gianni: “Sono passati già dieci anni, ma è come se il babbo ci avesse lasciato solo ieri. Ci manca tanto!”

Nel 2005 Vincenzo Bellavista fu insignito dal Comune di Rimini della cittadinanza onoraria. Lo vogliamo ricordare proprio con le parole spese quel giorno dall’ex bomber di Bari, Lazio e Livorno Igor Protti, insignito del Sigismondo d’oro 2003. “Bellavista merita questo riconoscimento per tutto quello che ha dato a Rimini nello sport e non solo. Vorrei lanciare un piccolo appello ai tifosi biancorossi: ci saranno anche momenti difficili, ma non lasciatevi scappare un presidente così, perché nel mondo del calcio ce ne sono pochi”.

Caro Igor, e chi se la sarebbe lasciato scappare un presidente così?! Più che “pochi”, direi unico!

__________________________________________________

ANCHE IL RIMINI FC RICORDA VINCENZO BELLAVISTA

Il Rimini F. C. tutto – si legge sul sito ufficiale della società biancorossa – ricorda con affetto Vincenzo Bellavista, indimenticabile presidente biancorosso, nel decimo anniversario della sua scomparsa.

Roberto Bonfantini

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454