domenica 17 febbraio 2019
In foto: Un momento dell'assemblea
di Simona Mulazzani   
lettura: 1 minuto 1.207 visite
mar 23 mag 2017 14:47
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 1.207
Print Friendly, PDF & Email

Si è tenuta nei giorni scorsi l’Assemblea dei Soci del CSR-Consorzio Sociale Romagnolo, nato nel 1996 a Rimini per rappresentare il mondo della cooperazione sociale di tipo B e che oggi conta in Romagna e nel pesarese oltre 40 cooperative.

Durante l’Assemblea, il bilancio di esercizio 2016 è stato approvato all’unanimità: il fatturato complessivo del Consorzio è arrivato a toccare 17,8 mln di Euro. Nel 2016 il Consorzio ha partecipato a 52 gare e ha visto la compagine arricchirsi di due nuove cooperative.

Rinnovate anche le certificazioni di qualità ed ambiente.

L’Assemblea è poi passata al rinnovo degli organi: il Cda ‘cresce’ da 8 a 10 membri, in virtù dell’allargamento della compagine associativa e del territorio rappresentato, e per il triennio 2017-2019 sarà così composto da: Gianni Angeli, Ermes Battistini, Giovanni Benaglia, Marco Berlini, Valter Bianchi, Romina Maresi, Remo Scano, Carlo Urbinati, Giacomo Vici e Gilberto Vittori.

Nuovo anche il Collegio Sindacale che si compone di Riccardo Foschi (presidente), Luca Grossi e Oriana Urbinati. Supplenti: Michele Fabbri e Massimo Matteini.

Il nuovo Cda ha poi proceduto all’elezione dei nuovi vertici e si è trattato di un rinnovo visto che Gilberto Vittori e Carlo Urbinati sono stati riconfermati all’unanimità rispettivamente presidente e vice presidente del Consorzio Sociale Romagnolo per il triennio 2017-2019.

All’Assemblea ha preso parte Luca Bracci, Presidente Confcooperative Rimini che ha colto l’occasione per congratularsi con il CSR per gli ottimi risultati raggiunti e per augurare ‘buon lavoro’ ai nuovi organi.

Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna