giovedì 17 gennaio 2019
di Redazione   
lettura: 2 minuti 2.137 visite
dom 14 mag 2017 17:21 ~ ultimo agg. 15 mag 19:33
Print Friendly, PDF & Email
2 min 2.137
Print Friendly, PDF & Email

Prima si chiamavano Fontanelle e Alberello, poi il gruppo forlivese “Club del Sole” li ha inseriti nel catalogo 2017 con i nomi di Romagna e Riccione International. L’ingresso nell’offerta del network al pari di campeggi blasonati come Orbetello e Desenzano – spiega una nota del Club – contribuirà al rilancio dei camping riccionesi su cui Club del Sole prevede investimenti e innovazioni importanti.

“Gli investimenti sui due campeggi superano i 10 milioni di euro per un progetto che prevede il rifacimento totale delle strutture e la creazione di oltre 100 nuovi posti di lavoro”, spiega Francesco Giondi responsabile dello Sviluppo di Club del Sole. II Gruppo pluripremiato per l’impegno ambientale e la qualità dell’offerta turistica pensa ad un rilancio in grande stile con l’introduzione del glamping, cioè del campeggio di charme con tende e lodge tent dotate di ogni comfort, e di nuove strutture ecosostenibili e a minimo impatto ambientale come le piscine realizzate ad Orbetello immerse nella natura e perfettamente inserite nel contesto ambientale della Maremma. Anche a Riccione il Gruppo punta a rinnovare totalmente le strutture eliminando i vecchi fabbricati ormai obsoleti e sostituendoli con nuovi bar, ristoranti e minimarket. I campeggi saranno arricchiti con campi sportivi da volley, calcetto e da basket, piscine con vasche per adulti e bambini, anche piccolissimi, parchi gioco, aree e servizi di kinderheim. Il target sono le famiglie con bambini e i turisti stranieri. I campeggi Club del Sole contano infatti il 40% di ospiti dall’estero, in particolare dal Nord Europa – Germania, Olanda, Francia, Danimarca e Austria – e una permanenza media tra i 7 e i 14 giorni. Club del Sole replicherà a Riccione un modello di gestione vincente con ospitalità e servizi al top, come ad Orbetello, miglior glamping 2016, dove le presenze in 5 anni da zero hanno superato quota 200 mila e come a Punta Marina Terme dove i due campeggi del Gruppo rappresentano oltre 500 mila presenze nel comune di Ravenna.

“Vogliamo lavorare al progetto con la nuova amministrazione comunale per avviare i lavori ad ottobre ed avere ad aprile 2018 i più bei campeggi d’Italia per fare concorrenza alle mete top di Veneto, Toscana, Francia e Spagna sul mercato dell’open air. I tempi sono stretti ma fattibili visto il basso impatto degli interventi necessari”, prosegue Giondi. “L’obiettivo a tre anni è rendere le strutture aperte 12 mesi e i servizi sportivi disponibili per la città per eventi e manifestazioni: vogliamo fare squadra con il territorio e contribuire alla promozione e alla valorizzazione della destinazione. Il nostro Gruppo è profondamente inserito nel tessuto produttivo della Romagna avendo quasi tutti i principali fornitori e partner della zona. In questo inizio stagione anche su Riccione si sono avviate collaborazioni con imprese della zona ma la vera svolta si concretizzerà con le nuove strutture e l’arrivo di nuova clientela italiana ed estera”.

Club del Sole è tra i principali network di camping & village con sede a Forlì conta 13 camping & village in 6 regioni. Premiato nel 2016 dal tour operator olandese Vacanceselect come “Best Glamping” per l’Italia con Orbetello Camping Village. 1,3 milioni di presenze e 32 milioni di euro di fatturato nella stagione estiva 2016. Nel 2013 ha creato Club Ristorazione con i sottomarchi Dolce Vita e Portobello per la gestione diretta dei servizi interni ai villaggi (ristoranti, market bazar, frutterie e stabilimenti balneari) con cui realizza 8 milioni di euro di fatturato nel 2016.

 

Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna