martedì 19 febbraio 2019
In foto: la via crucis sul ponte di Tiberio
di Simona Mulazzani   
lettura: 1 minuto
lun 10 apr 2017 14:42 ~ ultimo agg. 11 apr 14:39
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Circa un migliaio di persone hanno partecipato alla via Crucis promossa da Comunione e Liberazione che ieri pomeriggio partendo dal ponte di Tiberio ha attraversato le vie del centro storico, fino alla Basilica Cattedrale.

Un fiume  di persone in preghiera che hanno cantato, meditato dietro la Croce e guidati dal Vescovo Lambiasi. A preparare la via Crucis, suddivisa in alcune stazioni, un comitato composto in maggior parte dal giovani del movimento. Un segno importante per la città e per i tanti riminesi ieri a passaggio in centro.

 

In un tempo che ha perso ogni riferimento, in cui tutto crolla – ha detto don Roberto Battaglia, responsabile di CL Rimini – in cui anche le certezze più evidenti non ci sono più, in cui anche le sovrastrutture della Chiesa non sembrano tenere, per grazia di Dio questo è un tempo provvidenziale perché ci mostra che l’unica cosa che attira il cuore dell’uomo è l’umanità di Cristo, un’umanità ferita, ma proprio per questa capace di grande attrazione“.

Penso – ha aggiunto uno degli organizzatori  – che sia incredibilmente potente un gesto così a Rimini a testimonianza che Cristo non è un fatto di duemila anni fa, ma vive oggi nella comunità cristiana

 

Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna