lunedì 22 luglio 2019
menu
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
ven 14 apr 2017 11:07 ~ ultimo agg. 11:09
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

In questi giorni a Rimini la comunità Papa Giovanni XXIII è andata in strada con Adelina, attivista ed ex-prostituta. Si è messa tra le prostitute con una telecamera nascosta (vedi notizia). “Cosa è successo? – sottolinea il consigliere di Rimini Attiva Kristian Gianfreda “Che sono saltati fuori i papponi. Eggià ci eravamo dimenticati che c’erano anche loro. Mi chiedo, da quanto tempo non ci sono più indagini contro lo sfruttamento della prostituzione a Rimini? Tre anni credo… Il comune, che sta pattugliando le strade ogni notte, ha bisogno di essere sostenuto dalle altre istituzioni nel suo sforzo. I vigili urbani da soli non possono fare molto. C’è stato un decennio abbondante in cui le prostitute a Rimini non c’erano, grazie allo sforzo delle associazioni, dei comitati, della prefettura, della questura e del comune. Poi qualcosa è cambiato, Don Oreste è morto, le strade di sono riempite ancora di ragazzine provenienti da svariati paesi poveri del mondo”.

Conclude Gianfreda: “Facciamo di nuovo in modo che portare le ragazze a prostituirsi a Rimini non sia conveniente, ne per il racket ne per i clienti. Mettiamo in rete tutte le parti sociali, politiche ed istituzionali che a Rimini non vogliono le prostitute ed il racket”.

Altre notizie
di Andrea Polazzi
VIDEO
Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
di Andrea Polazzi   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna