venerdì 18 gennaio 2019
In foto: i soccorsi (Newsrimini.it)
di Redazione   
lettura: 1 minuto 1.078 visite
gio 20 apr 2017 21:41 ~ ultimo agg. 21 apr 17:16
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 1.078
Print Friendly, PDF & Email

La Procura di Rimini ha rilasciato il nulla osta per restituire alle famiglie la salme delle vittime del naufragio avvenuto all’ingresso del porto martedì pomeriggio, durante una burrasca. Non sarà eseguita alcuna autopsia. Sulla vicenda è aperto un fascicolo contro ignoti per naufragio colposo al fine di far luce sulle cause dell’incidente: il ‘Dipiù’, un Bavaria di 15 metri, si è schiantato contro la diga foranea all’ingresso del molo riminese.
La tragedia è costata la vita a quattro persone: i veronesi Alessandro Fabbri, 66enne proprietario della barca; sua figlia Alessia, 38enne; Enrico Martinelli, 68 anni e il vicentino Ernesto Salin, 64 anni. Sopravvissuti i veronesi Luca Nicolis, 39enne fidanzato di Alessia, e Carlo Calvelli. L’inchiesta della Procura di Rimini dovrà accertare anche chi ha deciso di partire nonostante il bollettino meteo annunciasse da ore condizioni del mare avverse. Il ‘Dipiù’ era salpato dal porto di Marina di Ravenna tra le 12.30 e le 13 e l’incidente è avvenuto poco dopo le 16.

(Ansa)

Altre notizie
di Redazione
di Redazione
Notizie correlate
di Andrea Polazzi
VIDEO
di Redazione
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna