Athletic Falco a un punto dalla Prima Categoria, intervista al presidente Fabio Cameli

Fabio Cameli

in foto: Fabio Cameli

La Pasqua si sta avvicinando a grandi passi, accompagnando a braccetto la sosta del campionato. Infatti il girone R della Seconda Categoria emiliano-romagnola tornerà ad animare tifosi ed appassionati da domenica 23 aprile, quando andrà in scena la penultima giornata del torneo.

Un rush finale avvincente, soprattutto per l’Athletic che prima ospiterà il Perticara e poi chiuderà la regular season in quel di Cesenatico contro il Sala. Due sfide dall’alto quoziente di difficoltà, nelle quali i Falchi dovranno essere abili nel chiudere in testa alla classifica. A fare il punto della situazione in casa arancionera è, come sempre accade prima delle festività, il Presidente Fabio Cameli.

“Speriamo di non arrivare a questi appuntamenti con qualche chilo di troppo, ed avendo già digerito tutto quello che mangeremo durante le feste – afferma sorridendo il 34enne Cameli –. Battute a parte, ci presenteremo alla ripresa del campionato con una buona striscia di risultati positivi e questo aspetto è sempre importante. Certamente l’Athletic visto durante l’ultima partita contro la Santagatese, ha stupito tutti quanti in negativo”.

Si spieghi meglio.
“La gara di domenica scorsa a Sant’Agata, al di là dei tre punti ottenuti, non può lasciarci soddisfatti soprattutto per l’approccio mostrato. Ad ogni modo, nella delusione generale per non esserci espressi come sappiamo, io sono comunque contento: la pausa ci aiuterà a rifiatare, anche se fisicamente non penso ne sentiamo l’esigenza, e soprattutto faremo tesoro delle difficoltà incontrate con la Santagatese per affrontare Perticara e Sala. È meglio arrivare a questo paio di sfide avendo preso qualche sberla, ci servirà da monito. Inoltre possiamo contare su un Mister che è fenomenale: in allenamento, nella preparazione della gara e nella gestione della stessa. Sono pochi gli allenatori come Nicolini. Alla luce di tutto ciò sono fiducioso”.

A questa squadra manca poco per chiudere il campionato in prima posizione. Se lo aspettava?
“Non pensavo di vedere l’Athletic secondo, ad un punto dalla vetta, alla fine del girone di andata. Mai e poi mai avrei immaginato di trovarlo primo, con cinque punti di vantaggio sulla seconda, a due giornate dal termine. Ora rimaniamo concentrati fino alla fine perché abbiamo ampiamente dimostrato di meritare quella posizione non pronosticabile lo scorso agosto. Non dobbiamo fare nulla di più rispetto a quanto mostrato finora. Dobbiamo prepararci e giocare da Athletic. Non c’è da inventarsi niente: occorrono semplicemente concentrazione e fame”.

Quanto è vicino quello che ormai è un obiettivo che non potete più nascondere?
“Quello che ora è un obiettivo, ma che ad inizio anno non ci permettevamo nemmeno di sognare, è poco distante. Ad ogni modo forse non è chiaro un aspetto: non siamo noi quelli costruiti per vincere il campionato. Non lo eravamo ad agosto, non lo eravamo a gennaio e mi viene da sorridere pensando di esserlo ora. Quando abbiamo incontrato per la prima volta Nicolini, dopo uno strepitoso biennio di gestione firmata da Michele Andruccioli, gli erano stati presentati due scopi: migliorare il terzo posto della passata stagione e superare almeno un turno in Coppa. Siamo matematicamente secondi ed abbiamo superato il primissimo turno in Coppa. La nostra stagione è già positiva, la torta preparata è già succulenta; siamo stati molto bravi nel concederci l’occasione di piazzarci la ciliegina sopra. Avrei piacere che l’Athletic chiudesse la stagione il prima possibile. Non perché vi sia fretta, anzi. Ho semplicemente bisogno di capire, assieme alla dirigenza, se per il prossimo anno dobbiamo costruire una squadra ambiziosa per affrontare la Prima o la Seconda Categoria. Perché ovviamente lo scenario, in base al livello del torneo da affrontare, cambia parecchio. Una squadra per “tirare a campare” non l’abbiamo mai avuta ed anche l’anno prossimo sarà così. Anche se non penso questa rosa abbia bisogno di rivoluzioni”.

Che sfida sarà quella col Perticara?
“Sarà una gara fantastica, come non se ne vedevano da anni in questa Categoria. Loro sono una squadra davvero forte, c’è poco da dire. Ma non scherziamo per niente nemmeno noi: non ci manca nulla per ottenere un risultato soddisfacente”.

Com’è stata finora la sua prima stagione da non giocatore, vestendo solo i panni del Presidente?
“È difficile vedere i ragazzi giocare e dover restare fuori. Alla fine siamo uomini: il pallone attira sempre. Mi rendo conto che questa situazione talvolta mi abbia impedito di gestire la carica emotiva e le tensioni in maniera equilibrata ed efficace. Purtroppo devo ancora abituarmi a questo singolo ruolo da Presidente, che ora non indossa più gli scarpini. Le sanzioni che mi sono state comminate dopo la gara con la Santagatese sono sacrosante ed indiscutibili. Lì per lì pensi di avere tutte le ragioni del mondo poi, a mente fredda, la realtà è spesso un’altra. Non abbiamo da recriminare sulle questioni arbitrali: quando i risultati non arrivano le colpe si dividono all’interno dello spogliatoio dei giocatori, non in quello del direttore di gara. Ed anche nelle occasioni in cui non eravamo convinti di alcune decisioni, smaltite le perplessità, abbiamo apprezzato un contesto generale composto da direttori di gara all’altezza”.

E quindi che Pasqua sarà questa per l’Athletic?
“Una Pasqua certamente serena, scandita da allenamenti tosti ma svolti in un clima tranquillo. Una periodo che ci manterrà come siamo stati finora: uniti, determinati, consapevoli delle nostre capacità. Auguri a tutti: ai giocatori, allo staff tecnico, ai dirigenti, ai tifosi, alle altre società di Seconda, ed a tutte le loro famiglie”.

Icaro Sport

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454