giovedì 17 gennaio 2019
In foto: Gentiloni al Meeting 2015
di Andrea Polazzi   
lettura: 1 minuto
mer 22 mar 2017 18:08 ~ ultimo agg. 23 mar 12:01
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Sarà il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ad inaugurare la 38esima edizione del Meeting che si terrà a Rimini Fiera dal 20 al 26 agosto. Il premier ha accettato l’invito, comunicando la sua decisione durante l’incontro di oggi a Palazzo Chigi con il presidente del Meeting Emilia Guarnieri, il presidente della Fondazione per la Sussidiarietà Giorgio Vittadini e il vicedirettore della manifestazione Marco Aluigi. Gentiloni, da ministro degli esteri, intervenne al meeting nell’edizione 2015.

Emilia Guarnieri ha presentato al primo ministro il tema della prossima edizione “Quello che tu erediti dai tuoi padri, riguadagnatelo, per possederlo”. E proprio dal titolo del Meeting prenderà le mosse l’intervento di Gentiloni. «Nuovo protagonismo dei giovani, centralità della scuola e dell’educazione, impegno con le sfide dell’integrazione, apertura alla prospettiva europea, rilancio dell’economia a partire dal tema del lavoro: sono moltissimi i punti che la frase di Goethe consente di mettere in luce», ha affermato al termine dell’incontro la Guarnieri. «Siamo grati al presidente Gentiloni per aver accettato il nostro invito. Come l’anno scorso con la presenza del presidente Mattarella, il Meeting si porrà ancora una volta come occasione di rilancio di un messaggio positivo al Paese».

Paolo Gentiloni conosce già bene il Meeting. Durante l’edizione 2015 da ministro degli Esteri fu relatore di uno dei principali incontri, sul tema “Ripartire dal Mediterraneo: un orizzonte per la politica internazionale”, assieme all’allora ministro degli Esteri della Tunisia Taieb Baccouche. Anche l’anno scorso la sua presenza era in programma. Come altri componenti del Governo, fu però costretto a rinunciare per occuparsi dell’emergenza terremoto.

Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna