martedì 22 gennaio 2019
di Redazione   
lettura: 2 minuti
gio 23 mar 2017 15:50 ~ ultimo agg. 16:28
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Il tratto della via Emilia che attraversa il centro abitato di Santarcangelo diventerà comunale. L’amministrazione ha infatti definito l’accordo con Anas per il declassamento di via Ugo Braschi (così si chiama quel tratto dell’Emilia). Il comune avrà così totale autonomia nella gestione della via che si estende per poco più di un chilometro tra la rotonda all’incrocio con le vie Pascoli e Ugo Bassi da un lato, e poco dopo l’incrocio con via Montevecchi dall’altro. Intanto nei prossimi giorni Anas provvederà all’asfaltatura di alcuni tratti di manto stradale e per ridurre i disagi i lavori saranno realizzati durante le ore notturne di lunedì 27 e martedì 28.
Per il sindaco Alice Parma si tratta di un risultato estremamente importante. “Da diverso tempo si attendeva il conseguimento di questo obiettivo, affinché il tratto di via Emilia che attraversa il centro abitato passasse sotto la gestione diretta del Comune”. “Il declassamento di via Ugo Braschi – prosegue il sindaco – renderà più semplice la riqualificazione e il miglioramento di un’arteria che fa parte dell’identità di Santarcangelo e che da elemento di frattura dovrà invece ricucire le due parti in cui è divisa la città”.

Abbiamo lavorato a lungo per raggiungere questo obiettivo e pertanto l’intesa raggiunta con Anas ci riempie di soddisfazione”, dichiara l’assessore ai Lavori pubblici Filippo Sacchetti. “Nell’ambito della campagna di Santarcangelopiù che definisce tutta una serie di progetti strategici per la riqualificazione e il miglioramento della città, la via Emilia costituisce infatti un nodo cruciale. Il declassamento di via Ugo Braschi da statale a comunale ci mette ora nelle condizioni di dar corso ad alcuni progetti finalizzati ad aumentare la sicurezza per ciclisti e pedoni, e più in generale a migliorare la circolazione stradale. Tra i primi interventi che andremo infatti a realizzare figurano i due nuovi attraversamenti protetti all’altezza di via Piadina e di via Montevecchi, per poi disegnare un sistema ciclabile su entrambi i lati di via Braschi, partendo da via Ca’ Fabbri fino a via Montevecchi. Si tratta nella sostanza di riqualificare le ‘porte d’ingresso’ alla città, sia a est che a ovest, attraverso interventi di miglioramento della viabilità e della mobilità sostenibile”.

Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna