giovedì 21 novembre 2019
menu
Icaro Sport

Under 18 d'Eccellenza. I Crabs battono la Reggiana (93-80) e chiudono secondi

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 24 feb 2017 09:42
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Nel recupero della VII giornata, i Crabs battono la Reggiana 93-80 dopo essere passati da +27 (con un Moffa infallibile) a +3 e chiudono al 2° posto nel girone. Nell’ultimo quarto decide Casadei.

UNDER 18 D’ECCELLENZA – rec. VII DI RITORNO

BASKET RIMINI CRABS-GRISSINBON REGGIANA 93-80 (30-15; 55-36; 69-63)

Crabs: Rinaldi 5, Janev 2, Galassi 14, Demaio 6, Favali 8, Moffa 25, Casadei 11, Clementi, Udom 16, Trunic 6. All.: Ferro, Porcarelli.

(ev) Nel recupero della settima giornata di ritorno, i Crabs sconfiggono la Reggiana e chiudono così al secondo posto in classifica. Reggiana invece quarta.

Sfida tra due squadre già qualificate alla seconda fase: per i Crabs la vittoria significava il secondo posto e la sconfitta il quarto, cosa assolutamente ininfluente in quanto per entrambe le posizioni è previsto l’inserimento nell’intergirone “A” (con Lombardia-2, Lombardia-5, Piemonte-1 e Piemonte-5). Per la Reggiana, invece, una vittoria avrebbe significato il 3° posto (con San Lazzaro seconda) e l’inserimento nell’intergirone “E” sulla carta più morbido con Marche-1, Marche-3, Toscana-1, Toscana-5 e Umbria-1.

Alla Carim si scontrano anche due squadre diametralmente opposte: più piccola, veloce e perimetrale quella di Rimini, molto grossa e interna Reggio Emilia (che spesso gioca con tre giocatori sui 2 metri in quintetto). Il gap, a dire il vero, sembra tutto a favore di Rimini che con un Moffa strepitoso parte a razzo (11-4, 10 di Moffa). La Reggiana prova a restare in partita giocando palla dentro, ma Moffa è veramente in serata di grazia e con i canestri di Udom e Galassi i Crabs chiudono il primo quarto doppiando gli ospiti (30-15).

Non c’è storia nel secondo quarto: la Reggiana è grossa e macchinosa, non riesce a tenere il ritmo degli indemoniati ragazzi di Ferro. Moffa (25 punti, 6 rimbalzi, 5 falli subiti, 9/15 al tiro) arriva a quota 23 punti personali, Demaio (6 punti, 4 assist), Favali e 5 punti consecutivi di Rinaldi regalano ai Crabs il massimo vantaggio (+27 sul 53-26), prima di un break ospite (2-10) che vale il 55-36 di fine tempo.

La pausa lunga però ha effetti contrapposti: i Crabs rientrano un po’ deconcentrati e con le mani raffreddate, la Reggiana invece col piglio di chi non ci sta a fare una brutta figura. Il parziale esterno a cavallo dei due quarti arriva a 2-15 (55-41), Rimini trova belle giocate da parte di Galassi ma la Grissinbon accorcia sempre di più: -10, -8-, -6. Ancora Galassi dall’angolo infila una tripla di importanza capitale, ma sulla sirena di fine quarto la Reggiana trova il canestro pesante che riapre totalmente la gara (69-63).

Reggio Emilia inizia l’ultimo quarto trovando il -3 (69-66): la palla porta il peso di 27 punti di vantaggio quasi dilapidati, ma proprio in questo frangente i Crabs trovano canestri fondamentali con Casadei e Trunic da 3 ed uno spettacolare rimbalzo offensivo di Udom (solita partita a tutto tondo con 16 punti, 11 rimbalzi, 5 recuperi e 6 assist).

È proprio Casadei il go-to-guy del momento: un’altra tripla, un bell’arresto e tiro dalla media ed ancora una tripla per il suo personale 11° punto nel quarto che ripristina la distanza di sicurezza e di fatto chiude la partita (86-75). Nel finale c’è spazio per uno spettacolare gioco da 3 punti di Galassi (14 punti) prima del definitivo 93-80.

classifica

Notizie correlate
di Roberto Bonfantini   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna