Indietro
menu
Attualità Politica

Nomadi. Manifestazione davanti al consiglio per dire no alle microaree

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 23 feb 2017 19:37 ~ ultimo agg. 25 feb 12:43
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto Visualizzazioni 1.368
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Come annunciato, alcune decine di residenti delle aree che dovrebbero ospitare le famiglie Sinti del campo di via Islanda hanno manifestato il loro dissenso davanti alla sala del consiglio comunale. “Non siamo razzisti” hanno detto prima di entrare in aula”ma questo piano non risolve i problemi. Tutti devono avere diritti ma anche doveri da rispettare.”

[kaltura-widget uiconfid=”30012024″ entryid=”0_yfpvdrbt” width=”400″ height=”220″ /]

In aula poi, con una modifica all’ordine delle interrogazioni approvata dai consiglieri, ci sono state subito due interrogazioni di Mauro, Renzi e Marcello sul tema dei nomadi. Intemperanze dal pubblico durante la risposta del vicesindaco Lisi, con la presidente del Consiglio Donati che ha dovuto ripristinare l’ordine e la Lisi che comunque ha ribattuto alle urla dagli spalti ma anche all’opposizione. “E’ facile creare delle paure, è più difficile prendersi la responsabilità di controllare”. “Se le regole non sono rispettate quell’area torna di proprietà dell’Amministrazione”.

Insoddisfatto Renzi, sia per i costi che cadranno sull’Amministrazione sia per il rapporto coi cittadini: “Volete coinvolgere il territorio, il territorio è questo qua”, ha detto riferendosi al pubblico”. Mauro ha esortato a trovare un percorso alternativo, come alloggi, piuttosto che le piazzole.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
di Redazione