mercoledì 24 aprile 2019
di Lucia Renati   
lettura: 2 minuti
gio 19 gen 2017 18:35 ~ ultimo agg. 18:38
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Anche nel 2017 la Giornata della Memoria per le vittime della Shoah (27 gennaio) porta a Santarcangelo iniziative organizzate dall’Amministrazione comunale con il coordinamento del Comitato cittadino antifascista, tavolo di lavoro presieduto dal sindaco Alice Parma che riunisce istituti culturali, associazioni (tra cui l’ANPI e le associazioni combattentistiche), scuole e forze politiche locali.

Quattro giorni di eventi che prenderanno il via giovedì 26 gennaio con il primo appuntamento del progetto “Fuga per la vita”, alle ore 21 in biblioteca: l’incontro divulgativo “Una strage annunciata”, condotto dal giornalista Emilio Drudi insieme ai rappresentanti di alcune realtà sociali attive nell’accoglienza sul territorio, offrirà un quadro generale sul fenomeno migratorio, con la possibilità per cittadini, amministratori locali, operatori del settore, insegnanti e studenti di approfondire vari aspetti di un tema particolarmente complesso. Il progetto “Fuga per la vita” – realizzato dall’Amministrazione comunale in collaborazione con Comune di Rimini, ANPI di Santarcangelo, cooperativa Millepiedi e Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Bologna – rientra nella progettualità del programma SPRAR dell’Unione di Comuni Valmarecchia, che promuove sui territori di Santarcangelo, Verucchio e Poggio Torriana un’accoglienza qualificata dentro e con la società civile, coinvolgendo e stimolando direttamente le comunità per sgombrare il campo dai pregiudizi.

Al Supercinema, invece, giovedì 26 e venerdì 27 gennaio alle ore 21,15 sarà proiettato “Il viaggio di Fanny” di Lola Doillon (Francia, 2016): basato su una storia vera, il film racconta la vicenda di una ragazzina ebrea di 13 anni che nel 1943, durante l’occupazione della Francia da parte dei tedeschi, viene mandata insieme alle sorelline in una colonia in montagna, da dove scappa per raggiungere il confine svizzero quando i rastrellamenti nazisti cominciano a intensificarsi.

Venerdì 27 gennaio, giorno della ricorrenza, alle ore 15,30 si svolgerà un momento di raccoglimento presso la targa dedicata ai deportati e alle vittime santarcangiolesi dei campi di concentramento nazifascisti inaugurata lo scorso anno allo Sferisterio, alla presenza del sindaco e dei rappresentanti delle associazioni combattentistiche. A seguire il trasferimento al Museo Storico Archeologico, dove alle ore 16 verrà inaugurata l’installazione “Sui passi di Henek”, ispirata a “La tregua” di Primo Levi, con letture dal libro e il ricordo dei militari santarcangiolesi internati nei campi di concentramento nazisti. Oltre al giorno di apertura, l’installazione sarà visitabile per due fine settimana: 28 e 29 gennaio, 4 e 5 febbraio dalle 15,30 alle 18,30.

Sabato 28 gennaio al Lavatoio (ore 10), con lo spettacolo “Ti racconto la Shoah. Contro l’oblio, l’indifferenza, la mistificazione”, organizzato dall’ANPI di Santarcangelo per ragazzi e ragazze delle scuole medie. Di e con Fabio Mazzotti, prodotto da quotidiana.com per la regia di Roberto Scappin, lo spettacolo racconta il genocidio di un popolo in una chiave insolita, per rinnovare la memoria con forme e parole nuove.

Nel frattempo già da ieri (mercoledì 18 gennaio) e fino al 7 febbraio, il gruppo di lettori volontari Reciproci Racconti sta portando nelle scuole le letture ad alta voce dal titolo “La memoria ricordata”, in collaborazione con gli Amici della biblioteca di Santarcangelo e la biblioteca Baldini.

Altre notizie
di Redazione
FOTO
di Redazione
Notizie correlate
di Lucia Renati   
di Maurizio Ceccarini   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna