lunedì 23 settembre 2019
menu
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
mar 13 dic 2016 16:54 ~ ultimo agg. 17:10
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

La Lega Nord ha presentato un’interrogazione firmata dal consigliere Massimiliano Pompignoli in merito alle integrazioni al progetto preliminare dello scorso giugno e sul coinvolgimento di una dozzina di aree pubbliche e private nella distribuzione delle 11 famiglie rom di Via Islanda a Rimini. Pompignoli chiede all’assessore Elisabetta Gualmini “come valuti l’idea di redistribuire in maniera più omogenea questi nuclei familiari tra i sei quartieri del territorio comunale e se abbia intenzione di sostenere economicamente il progetto abitativo recentemente integrato dalla Giunta riminese e, in caso affermativo, in che percentuale».
“Dopo gli accesi dibattiti in consiglio comunale e le violente proteste dei residenti dei quartieri Grotta rossa e Gaiofana, la Giunta Gnassi avrebbe fatto
un passo indietro e approvato, lo scorso 30 novembre, l’integrazione alla domanda di richiesta di cofinanziamento regionale per il superamento delle
grandi aree di sosta a favore della sperimentazione di piccole microaree, prevedendo per le famiglie Sinti che attualmente occupano il campo di Via
Islanda la loro distribuzione omogenea tra i sei quartieri del comprensorio comunale, scartando quindi l’ipotesi iniziale di Via della Lontra e Via Maceri.»
Sul cambio di rotta di palazzo Garampi Pompignoli chiede alla Giunta regionale “una valutazione approfondita del progetto anche alla luce delle recenti
proteste dei residenti dei quartieri Gaiofana e Grotta Rossa. Non vorremmo che questi cambiamenti, eventualmente avvallati dagli uffici regionali, creassero
pericolosi presupposti per ulteriori tensioni sociali.»

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna