martedì 22 ottobre 2019
menu
Attualità Provincia

Start Romagna. Sindacati rilanciano l'allarme: corrispettivi ridotti di tre milioni

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
mer 7 dic 2016 14:43 ~ ultimo agg. 14:49
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

“Fidarsi è bene. Non fidarsi è meglio”. Con questo amaro commento i sindacati locali dei trasporti in un documento congiunto commentano l’evolversi delle prospettive per i lavoratori di Start Romagna. “L’ incertezza sulle risorse per il trasporto pubblico di Rimini prosegue”, premettono i sindacati che poi riepilogano la situazione: “il 9/11/2016 a Cesena alla presenza degli Assessori dei comuni di
Cesena,Forlì, Ravenna e Rimini , dei Sindacati e AMR era stato comunicato che le risorse per il 2017 non sarebbero state inferiori al 2016”; “il 29/11/2016 con la presenza massiccia dei dipendenti Start Romagna al Consiglio Comunale Riminese aperto, il Sindaco e l’Assessore al bilancio seguivano i lavoratori all’uscita dal Consiglio e durante una accesa discussione gli stessi riconfermavano quanto detto a Cesena”; il 2/12/2016 dopo la consegna da parte di Agenzia Mobilità ad ATG dell’atto d’obbligo a proseguire il servizio di trasporto pubblico per l’anno 2017 , non conosciamo l’entità dei corrispettivi, ma abbiamo la certezza che gli stessi
saranno molto inferiori a quelli dichiarati. Riduzione di circa 3 milioni di euro“.
Le organizzazioni sindacali si dicono “pronte ad affrontare tutte le problematiche per non compromettere il futuro dei lavoratori e salvaguardare la qualità e quantità del servizio rivolto alla cittadinanza”. La nota è firmata da FILT CGIL, FIT CISL, Uiltrasporti, Faisa Cisal, Fast Confsat, USB e UGL Trasporti.

Altre notizie
Critica la maggioranza di Riccione

Ipotesi tapis roulant per unire il Trc al Fellini

di Simona Mulazzani
Notizie correlate
di Redazione   
di Maurizio Ceccarini   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna