giovedì 5 dicembre 2019
menu
Attualità Valconca

Sicurezza. Carabinieri e cittadini di Montescudo-Montecolombo: facciamo Squadra in modo intelligente

In foto: La sala gremita
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 2 dic 2016 14:56 ~ ultimo agg. 15:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Carabinieri e Cittadini insieme, con intelligenza e nel rispetto della legalità, contro ogni forma di recrudescenza criminale: se n’è parlato giovedì sera nella gremita Aula Consiliare del Comune di Montescudo-Montecolombo.

L’incontro, fortemente voluto dall’Arma di Riccione ed organizzato d’intesa con la locale Amministrazione Comunale, ha registrato la presenza di più di 150 partecipanti. Relatore della serata il Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Riccione, Capitano Marco Califano, accompagnato nella circostanza dal Lgt. Gianfranco Trivillino, Comandante della Stazione di Montescudo-Montecolombo.

Dopo il saluto del sindaco Elena Castellari, l’Ufficiale dell’Arma ha illustrato l’importanza di alcune misure preventive utili per il cittadino a scongiurare la commissione di fatti di reato sul territorio ed in modo particolare di quelli afferenti la sfera patrimoniale.

L’area recentemente è stata teatro di alcuni furti e da ultimo di un inseguimento che ha consentito agli uomini della Benemerita di recuperare un’autovettura rubata e di arrivare ad un passo dall’arresto degli occupanti, poi dileguatisi in aperta campagna.

Ricordando che sono stati già notevolmente incrementati i servizi preventivi e di contrasto, Califano ha sottolineato l’importanza di costruire e rafforzare un rapporto di collaborazione e prossimità sempre più coeso tra cittadini e forze dell’ordine.

Al riguardo si è parlato di sicurezza partecipata, ovvero della possibilità per il cittadino di collaborare con le forze di polizia in maniera concreta ma, come più volte ribadito dal Comandante, coadiuvando l’Arma sotto il profilo informativo e di monitoraggio attento del territorio e non sostituendosi alle forze istituzionalmente a ciò preposte.

Tra le principali indicazioni fornite dall’Arma si è fatto riferimento all’importanza di dar luogo ad una buona prassi del controllo del vicinato, ovvero di consapevolezza responsabile del territorio da parte di tutti i cittadini che ad esempio attraverso i diffusi sistemi di comunicazione mobile possono condividere in tempo reale situazioni di pericolo e fare riferimento al numero di emergenza 112, attivo 24 h su 24.

Tale buona prassi, come concordato dal sindaco Castellari e che renderà merito alla sana voglia del cittadino di poter contribuire al raggiungimento non solo di una comunità più sicura ma anche più accogliente, sarà studiata nelle forme più appropriate e nel rispetto delle normative vigenti nei prossimi giorni e potrà consentire al cittadino di interfacciarsi con l’Amministrazione Comunale anche per segnalare problematiche collaterali, quali scarsa illuminazione, assenza di apparati di video sorveglianza pubblica o presenza di persone anziane sole.

Notizie correlate
di Redazione   
prima indagine di scienze aziendali

La nuova mappa del welfare in Romagna

di Lucia Renati   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna