venerdì 18 gennaio 2019
In foto: © Manuel Migliorini - Adriapress.
di Redazione   
lettura: 1 minuto 3.133 visite
lun 12 dic 2016 11:43 ~ ultimo agg. 13 dic 16:24
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 3.133
Print Friendly, PDF & Email

La Polizia Municipale di Rimini torna ad agire in modo deciso contro lo spaccio. Si è svolta un’operazione, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Rimini che oltre alle misure cautelari ha registrato il sequestro di notevoli quantità di sostanze stupefacenti. In azione anche un’unità cinofila, il pastore tedesco Sar. Eseguite 14 ordinanze su mandato del Gip Fiorella Casadei e indagine del Pm Paolo Gengarelli, di cui sette in carcere. Tre sono ai domiciliari, quattro i divieti di dimora. Coinvolti italiani, albanesi, tunisini e rumeni. La coppia considerata la “mente”, lei rumena e lui albanese, è ancora ricercata.

 

 

Gli agenti della Municipale hanno messo sotto sequestro, oltre quantità di hashish e di coca, anche ben 4 chili e mezzo di marijuana, rivenuta in un ripostiglio nella casa di una coppia di italiani a San Giuliano, grazie all’impiego dei cani della squadra cinofila della Polizia di Stato della Questura di Ancona. Con le sostanze stupefacenti anche bilancini di precisione, sostanze da taglio, coltellini ed anche libri della contabilità. Sequestrati durante l’operazione anche 2000 euro circa. Sequestrate anche due radioline amatoriali usate per non farsi intercettare.

L’operazione si chiama “Ranocchio” perché alcuni dei soggetti controllati nei mesi scorsi sul fiume Marecchia raccontavano di essere lì per pescare rane. Le indagini sono partite circa due anni fa dall’arresto di uno spacciatore albanese.

 

 

 

 

 

Altre notizie
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna