martedì 23 luglio 2019
menu
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 7 dic 2016 16:48 ~ ultimo agg. 8 dic 17:46
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

A settembre i Carabinieri di Rimini avevano avviato un’attività di indagine sul conto di due tunisini domiciliati a Riccione, un 24enne e un 32enne, dediti ad una vasta attività di spaccio di eroina. Utilizzavano per l’attività di spaccio una Renault Megane ed erano domiciliati in un appartamento insieme ad una donna bulgara di 28 anni alla quale risultava intestato il contratto di locazione.

Il 20 settembre i due tunisini, appena usciti dalla loro abitazione, sono stati fermati e il 24enne è stato trovato in possesso di grammi 59,4 grammi di eroina, suddivisa in dosi e contenuta all’interno di un pacchetto di sigarette che aveva in tasca.

I due hanno detto immediatamente e con insistenza di non avere stabile dimora ma i Carabinieri, già a conoscenza del loro domicilio, hanno perquisito l’appartamento all’interno del quale c’era la donna. Proprio nella camera da letto che quest’ultima divideva con il 24enne è stato rinvenuto un panetto di tipo eroina dal peso lordo di 540 grammi e la somma di 6.505 euro in contanti. Nell’appartamento c’erano anche un bilancino di precisione ed altro materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi. I due magrebini sono stati quindi arrestati e condotti in carcere mentre la donna veniva denunciata a piede libero.

La successiva attività investigativa ha consentito di provare che i tre erano dediti allo spaccio di eroina almeno dal 2012. In particolare venivano documentate circa 1.800 cessioni per un totale approssimativo di stupefacente spacciato corrispondente a 5.500 grammi di eroina e 50 di cocaina. Proprio a seguito di quest’ultima parte dell’indagine il G.I.P. di Rimini ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico dei tre. Ieri i Carabinieri hanno rintracciato a Rimini la ragazza bulgara che è stata arrestata e condotta presso il carcere di Forlì. Nella stessa giornata l’ordinanza di custodia cautelare è stata notificata ai due nordafricani entrambi già detenuti presso la Casa Circondariale di Rimini.

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna