Old Meldola-Rimini 1-1, “Il buono, il brutto, il cattivo” secondo Baio

meldola-rimini

in foto: Cicarevic festeggia il gol con i tifosi

OLD MELDOLA-RIMINI 1-1, “IL BUONO, IL BRUTTO, IL CATTIVO” SECONDO BAIO

IL BUONO
Per fortuna mercoledì si torna in campo. Questa è l’unico aspetto positivo che mi viene in mente in questo grigio momento. A Meldola abbiamo concesso un infausto bis, col pareggio subito nelle battute finali come quello casalingo col Corticella, quasi in fotocopia anche nello sviluppo dell’azione che ha portato al gol. La squadra ad ogni modo non sembra in crisi ma anzi in buona salute.
Il numero di occasioni per segnare, più che la cifra di qualità del gioco, risulta comunque sempre elevato. Non chiudere gare come queste spesso è una questione di centimetri o di attimi, più che un fatto di mentalità o di stato di forma. Ma i centimetri vanno conquistati e gli attimi vanno colti! Serve un’attitudine e serve che questa attitudine diventi una mentalità.

IL BRUTTO
Non siamo più primi in classifica e questa è una cosa che fa male anche soltanto a dirla. Forse ci si era abituati ed anche un po adagiati sul fatto che primeggiare in questo campionato fosse quasi scontato e nella normalità delle cose. Alzi la mano chi, poche giornate fa, con già un buon solco sulle inseguitrici, non abbia pensato ad una specie di passeggiata di lì in avanti. Invece inevitabilmente i limiti di una squadra acerba sia nella maggioranza dei suoi elementi che nel suo insieme, come acne giovanile le sono esplosi in faccia.
La sintomatologia è quella tipica degli errori di gioventù, e va dall’ ingenuità in alcuni frangenti all’incostanza in altri.
L’esperienza si fa giorno per giorno sulla propria pelle e siamo forse già ad un punto in cui le contromisure non possono farsi attendere. Il Rimini è andato forte. Ma da oggi c’è chi va più forte di lui.

IL CATTIVO
Che questo girone potesse presentare una squadra in grado di stravincere il campionato era una cosa pronosticata da tanti e soprattutto auspicata da tutti noi tifosi biancorossi. Ora io mi chiedo: E se questa super potenza ci fosse ma non fosse il Rimini? La mia ha tutte le intenzioni (e la speranza) di essere una provocazione. Ma la curiosità di capire come potrebbe cambiare la condizione di un Campionato da spendere ad inseguire anziché scappare è lecita.
Del resto i numeri del Sasso Marconi stanno lì a dimostrare che quantomeno le corazzate in questo girone sono due.
In più gli emiliani possono contare su un bomber come Noselli, che con tutto il rispetto per il nostro validissimo Buonaventura, in questa realtà appare come una specie di extraterrestre.
In mezzo abbiamo una Grana-mica da ridere mercoledì sera, ma sono proprio impaziente di vedere il big match di domenica..

Baio

Icaro Sport

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454