domenica 20 gennaio 2019
di Redazione   
lettura: 1 minuto
lun 21 nov 2016 15:36 ~ ultimo agg. 22 nov 11:08
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

E’ stata una giovane dipendente di una cooperativa che si occupa di assistenza agli anziani ad allertare la centrale operativa della Questura, preoccupata per avere assistito poco prima ad un alterco tra l’anziana signora 76enne a cui presta assistenza e la figlia di lei, degenerato in una vera e propria aggressione fisica da parte di quest’ultima con capelli tirati, schiaffi e qualche calcio

Sul posto, i poliziotti delle volanti hanno constatato che in effetti la donna, una 40enne riminese, era ancora estremamente agitata ed aggressiva nei confronti della madre. E, nonostante la presenza degli agenti, ha continuato a minacciarla verbalmente in maniera pesante.

Verificata la situazione e calmati gli animi, i poliziotti hanno appreso dalla testimone – la giovane operatrice della cooperativa di assistenza – che l’aggressione  era da ricondursi a motivazioni di natura economica e di convivenza in generale e che probabilmente non era la prima volta che succedeva perché altre volte aveva notato dei lividi sul corpo dell’anziana.

Terminati gli accertamenti, gli agenti hanno quindi denunciato la figlia per i reati di lesioni e maltrattamenti in famiglia ed hanno disposto, in accordo con personale dei servizi sociali del Comune di Rimini – nel frattempo fatto intervenire sul posto – il trasferimento temporaneo dell’anziana signora in una struttura del Comune.

Altre notizie
di Redazione
FOTO
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna