venerdì 18 gennaio 2019
In foto: Paolo Rossi, coach della Ren-Auto Happy Basket Rimini
di Icaro Sport   
lettura: 2 minuti
gio 24 nov 2016 16:40
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Nello scorso weekend, l’Happy Basket Rimini s’è dedicata per intero alle gare delle sue squadre giovanili, complice il turno di riposo per la formazione impegnata in Serie B.

Due buone prestazioni quelle delle formazioni under, con vittoria delle Under 18 sabato a Castel San Pietro (55-63) e delle Under 16 domenica alla Carim con la Polisportiva Masi (54-48). Ne abbiamo approfittato per fare il punto della situazione con coach Paolo Rossi, alla guida di Under 16 e Under 18.

Coach, cosa l’ha soddisfatta più di queste due partite?
“Il fatto che siamo riusciti ad esprimerci molto bene nonostante qualche assenza di ragazze importanti. Prasal si è infortunata nel riscaldamento della gara di sabato ed è restata a sedere in quel match e anche in quello del giorno dopo dell’Under 16. Pignieri è andata ko (caviglia) nella partita Under 16 con Masi. Due assenze che potevano farsi sentire, ma Under 18 e Under 16 hanno reagito bene. Il lavoro in palestra di questi gruppi è buono e si vede la voglia di pallacanestro”.

Sabato non tutto è andato per il verso giusto, ma la squadra ha reagito…
“Eravamo a -5 in pieno quarto periodo (51-46), a sei minuti dalla fine, contro una buonissima squadra, fisica e con buone individualità. Di lì in poi abbiamo messo insieme un parziale che ci ha consentito di vincere. Abbiamo fatto bene nel momento cruciale della gara, quello più difficile, nonostante la stazza delle nostre avversarie si facesse sentire. Nel break che ha concluso la partita ci sono tante cose positive. Non è affatto scontato segnare 17 punti in un lasso di tempo così breve, senza contare che nel tabellino finale sono praticamente cinque le ragazze in doppia cifra. Con 63 punti totali non è facile”.

La gara dell’Under 16 con Masi invece ha avuto un andamento diametralmente opposto: dominio nella parte centrale e rimonta ospite nel finale, senza però che il referto rosa scappasse dalle mani dell’Happy…
“Masi era imbattuta come noi e ha buoni valori. Senza Giorgia e Alessia siamo andati via nel punteggio quasi a sorpresa. Molto bene la parte centrale fino al quarto periodo, poi un mini black out che però non ci è costato la vittoria. Va pure sottolineato che tante di queste ragazze fanno parte anche dell’Under 18 e giocano minuti importanti con le più grandi. A 24 ore di distanza potevano pure calare, ma non è stato così”.

Cosa si aspetta dalle prossime settimane e dalle prossime partite?
“Innanzitutto speriamo di poter stare in salute con i rientri di giocatrici importanti ferme ai box. Poi mi aspetto miglioramenti sempre costanti, la strada intrapresa è quella giusta”.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna