mercoledì 16 gennaio 2019
In foto: la campagna della colletta alimentare
di Simona Mulazzani   
lettura: 1 minuto
lun 28 nov 2016 14:00 ~ ultimo agg. 14:02
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

In calo rispetto allo scorso anno di circa l’8%, ma comunque un buon risultato per la colletta alimentare che si è svolta sabato in 111 supermercati ed alimentari tra la provincia di Rimini e a San Marino. Sono stati raccolti 77.378 chili di alimenti (nel 2015 erano stati 84.172) con 1.760 volontari impegnati. Una diminuzione che si è fatta sentire su tutto il territorio nazionale e regionale. In Emilia Romagna si sono raccolti 877mila chili, a fronte dei circa 900mila dello scorso anno (-1,9% in meno). 18.510 in complesso i volontari che si sono spesi nella raccolta.

A livello nazionale gli organizzatori spiegano il calo:

I recenti drammatici eventi dei sisma e delle alluvioni hanno impattato il risultato della raccolta di ieri, (– 5% rispetto al 2015) sia perché impraticabile in molti supermercati allagati o insicuri in Piemonte, Liguria, Marche, Abruzzo, Umbria, sia perché la chiamata alla solidarietà, così frequente e continua, ha talvolta limitato le risorse di chi dona, nel perdurare di una severa crisi economica, ancora subita gravemente dalle famiglie. Le flessioni si sono avvertite di più nelle grandi città, specialmente nelle regioni settentrionali”.

La gran parte dei prodotti raccolti sarà distribuita entro le prossime due settimane alle 800 strutture caritative convenzionate che sul territorio regionale assistono oltre 139.600 persone bisognose. Molte delle quali si trovano anche nel riminese. Questo permetterà alle persone assistite di ricevere un quantitativo extra di alimenti in occasione delle festività natalizie.

Le quantità rimanenti verranno distribuite nei primi mesi del 2017.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna