martedì 23 luglio 2019
menu
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto Visualizzazioni 3.197 visite
mar 22 nov 2016 08:08 ~ ultimo agg. 15:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto Visualizzazioni 3.197
Print Friendly, PDF & Email

Un gruppo unico sulla dorsale adriatica che metta insieme Cariferrara, Cassa Risparmio Rimini e Cassa Risparmio Cesena e che venga rilevato da un soggetto industriale ‘forte’, con il supporto, in secondo piano, dello schema volontario del Fondo Interbancario. L’ipotesi, secondo fonti finanziarie – riporta l’Ansa -, sarebbe in discussione in questi giorni, anche se deve tenere conto di diverse criticità. Considerato che su Carife non c’è interesse di Ubi (che peraltro ancora non è chiaro se e come rileverà le altre tre banche), il progetto consentirebbe appunto di trovare una soluzione per la banca ferrarese ed evitare conseguenze peggiori. Al contempo il Fondo intenderebbe tutelare il proprio investimento in Cassa di Risparmio di Cesena, dove ha rilevato la maggioranza e evitare un coinvolgimento in Carim che vede il Fitd come “ultima istanza”, nella speranza di trovare soluzione autonoma per tutelare il proprio patrimonio. Si guarda a un soggetto che possa trovare interesse a rilevare un gruppo con una simile dimensione e presenza territoriale. Uno dei possibili nomi è così Cariparma.

(Ansa)

Altre notizie
di Redazione
Notizie correlate
di Andrea Turchini   
di Andrea Polazzi   
di Redazione   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna