14 novembre 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Accoglienza profughi. Sindacati sollecitano Consiglio Territoriale Immigrazione

migrantiRimini

23 novembre 2016, 17:49

i 3 centri predisposti all’accoglienza umanitaria di Viale Toscana, Viale Puglia e Viale Piemonte. “ Come tutti sanno la Prefettura predispone l’arrivo di cittadini stranieri nel territorio comunale - sottolinea il Sindaco Renata Tosi - a seguito di una decisione presa unilateralmente dal Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione del Ministero dell’Interno, per cui siamo costretti a ricevere nel nostro territorio queste persone senza poterci opporre in alcun modo”. “Occorre considerare, quindi –continua il Sindaco - che tali situazioni emergenziali sono caratterizzate dalla imprevedibilità, che spesso non ci consente la preventiva adozione delle conseguenti misure, in quanto si opera in una condizione di urgenza e necessità volta alla salvaguardia della vita e della dignità di esseri umani. Noi Sindaci - precisa ancora Renata Tosi -siamo i più concreti referenti dei nostri cittadini, siamo i soggetti deputati a garantire coesione ed equilibri sociali sui territori. L’accoglienza dei migranti è possibile solo quando ha davanti a sé la concreta prospettiva della sostenibilità e dell’integrazione di cui troppo spesso non si tieneconto. E così facendo, le comunità si trovano spesso spiazzate e ,oggettivamente, crescono così malumore e problemi”.

in foto: repertorio

Per affrontare nel modo adeguato il tema dell’accoglienza dei profughi la Prefettura deve attivare il Consiglio Territoriale per l’Immigrazione. CGIL, CISl e UIL di Rimini nei giorni scorsi hanno già sollecitato la Prefettura ad attivarsi per attivare questo luogo istituzionale previsto dal Ministero. La CGIL di Rimini in una nota chiede di avere voce in capitolo sul tema, da affrontare in modo permanente e costruttivo senza fermarsi sui singoli temi.


L’intervento della segreteria CGIL di Rimini:

La CGIL di Rimini sta seguendo con grande interesse il dibattito che si è sviluppato in questi giorni sui giornali, tra vari soggetti istituzionali e non, riguardo all’accoglienza dei richiedenti asilo nel nostro territorio. Così come ha seguito le altre discussioni pubbliche sull’argomento sviluppatesi nella nostra provincia nei mesi scorsi. La tematica è di grande importanza e poliedrica, delicata da affrontare, e facile preda di strumentalizzazioni; abbiamo scelto perciò di non intervenire di volta in volta, pubblicamente nel merito delle singole problematiche, ma di sollecitare invece un confronto permanente e costruttivo sul territorio tra tutti i portatori di interessi che ruotano attorno al tema dell’immigrazione e dell’accoglienza dei richiedenti asilo. Questa è secondo noi la modalità per giungere a decisioni sempre più condivise, col fine di una positiva accoglienza dei richiedenti protezione internazionale e della civile convivenza tra tutti i residenti sul territorio. Per questo nei giorni scorsi la CGIL è tornata a sollecitare al Prefetto, unitariamente con CISL e UIL di Rimini, la convocazione di un luogo istituzionale nel quale poter sviluppare tale confronto; si tratta del Consiglio Territoriale per l’Immigrazione, cui il Ministero ha consegnato già dal 1999 l’incarico di governo e monitoraggio delle politiche di accoglienza sul territorio, rilanciando tale ruolo nel 2015 a fronte dell’incremento dei flussi migratori. E’ quello il luogo nel quale confrontare le informazioni ed i bisogni registrati da ogni soggetto presente al Tavolo, in funzione delle rispettive attività istituzionali. La CGIL di Rimini si è cimentata ad esempio in incontri di orientamento al lavoro ed in corsi di alfabetizzazione all’italiano rivolti nello specifico ai richiedenti asilo, ma siamo soprattutto antenne che captano i fenomeni del mondo del lavoro e della sua ricerca, con attenzione alle specificità e problematiche degli stranieri. Riteniamo quindi di essere chiamati in causa soprattutto quando si parla di una integrazione degli stranieri che debba passare attraverso il lavoro, la formazione, i tirocini o il volontariato, e di avere voce in capitolo anche sugli altri aspetti dell’accoglienza ed integrazione. Auspichiamo di poter avviare a breve questo costruttivo confronto con tutti gli altri soggetti.

Redazione Newsrimini

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454