sabato 19 gennaio 2019
In foto: Marino Guardigli, presidente del Cast
di Icaro Sport   
lettura: 2 minuti
mar 18 ott 2016 11:33
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

La prima ed ultima volta che San Marino ha giocato la Fed Cup, la Coppa Davis femminile, è stata nel 1997. Era in piena attività Francesca Guardigli, la più forte giocatrice in senso assoluto che ci sia mai stata sul Titano.

Ora il Circolo Cast, presieduto da Marino Guardigli sta lanciando un programma tecnico che si chiama, non a caso, Fed Cup 2022. Ci sono infatti sei ragazzine che promettono molto bene, in primis Giulia Dal Pozzo, figlia di Francesca Guardigli, e su di loro il Club sammarinese punta per fornire alla Federazione una generazione di giocatrici forti e competitive.

Una sfida che parte dunque dai giovanissimi per arrivare pronti ai grandi appuntamenti internazionali, come Giochi dei Piccoli Stati e Fed Cup. Il presidente Marino Guardigli racconta le ultime novità: “Negli ultimi tempi è stato raggiunto un accordo con la Federazione, dopo una lunga trattativa. Circolo Cast e San Marino Tennis Academy opereranno su settori diversi. In particolare la Federazione ha richiesto al Cast un programma finalizzato a far crescere, nell’arco di un quadriennio, un certo numero di giocatori che poi potranno rappresentare in maniera dignitosa la Federazione stessa in Coppa Davis e nei Giochi dei Piccoli Stati”.

I programmi sono dunque ambiziosi: “Abbiamo suggerito alla Federazione un progetto denominato Giochi dei Piccoli Stati 2021 e Fed Cup 2022. Possiamo contare, cosa storicamente rara, grazie anche alla collaborazione del tecnico Patricio Remondegui, su sei ragazzine, di nazionalità sammarinese o residenti, che promettono molto bene. Si tratta di Giulia Dal Pozzo, Giulia Galvani, Chiara Dal Pozzo, Talita Giardi, Prisilla Francioni e Ludovica Ceccoli, nate dal 2005 al 2009, tutte di buon livello, sulle quali sarebbe opportuno predisporre da subito un programma di lungo periodo, viste le qualità di cui dispongono”.

Intanto fioccano i riconoscimenti tecnici: Giulia Dal Pozzo, una delle migliori promesse del tennis sammarinese, ma anche di quello italiano, dopo i recenti risultati ottenuti, seconda nei campionati italiani a squadre (Giulia ha vinto cinque incontri su cinque) ed i quarti di finale nei campionati individuali Under 11, è stata convocata ai raduni del centro tecnico regionale della Fit ed al raduno del Centro Tecnico nazionale italiano di Tirrenia. “Mai viste a San Marino sei ragazzine così forti – racconta Marino Guardigli, ora serve un tecnico che faccia da coordinamento al progetto, magari con raduni mensili”.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna