lunedì 23 settembre 2019
menu
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 23 set 2016 19:50 ~ ultimo agg. 20:06
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Il Bellaria Igea Marina colleziona un’altra sconfitta, nel recupero della seconda giornata di Eccellenza girone B, in casa del Sant’Agostino. La formazione guidata da Omar Lepri deve ancora prendere il via in questa stagione, essendo partita con pochi elementi a disposizione e avendo cambiato anche la guida tecnica in corsa.

“Nella prima partita, in campo avevamo molti giocatori classe ’99 e 2000 -­ commenta il portiere e capitano del Bellaria, Filippo Di Leo­. Il gruppo, inizialmente, era formato da soli nove elementi. Non siamo partiti come le altre squadre e siamo indietro con la preparazione perché la rosa si sta formando ancora adesso. Quello che ancora ci manca è l’identità di squadra, che avviene solo attraverso la conoscenza dei calciatori che da più tempo sono a Bellaria con quelli che fanno parte del gruppo solo da qualche settimana -­ precisa Di Leo­ –. Bisogna dare il tempo al gruppo di amalgamarsi, ma purtroppo, essendo il campionato già iniziato da qualche giornata, questo tempo noi non lo abbiamo”.

Filippo, che cosa bisogna fare per rientrare in gioco?
“Bisogna bruciare le tappe, lavorare sodo per entrare in condizione nel minor tempo possibile. I giocatori più esperti come il sottoscritto devono aiutare quelli più giovani a inserirsi, aiutando così anche il mister”.

Mi parli del rapporto con i due mister.
“Ottimo con entrambi. Bobo, secondo me, è uno dei tecnici più bravi per questa categoria. Omar è un allenatore molto preparato e attento, ma come ho già detto prima, dobbiamo dargli il tempo di costruire questa squadra. Passo dopo passo, sto vedendo dei piccoli miglioramenti e credo che stiamo percorrendo la strada giusta”.

Domenica vi troverete di fronte il Granamica.
“Questo campionato è molto equilibrato perché nessuno avrebbe detto che questa squadra potesse occupare la parte alta della classifica e invece ha incamerato, fino ad ora, ben 9 punti. Sia il Rimini che la Savignanese e anche il Progresso, squadre attrezzate per vincere, stanno facendo fatica. In questo campionato sono gli episodi a fare la differenza. Io, comunque, sono fiducioso per il proseguo e posso assicurare che noi ce la metteremo tutta per risalire la china perché il Bellaria, per la sua storia, merita di giocare in altre categorie”.

Ufficio Stampa Bellaria

RISULTATI E CLASSIFICA DEL GIRONE B DI ECCELLENZA

Altre notizie
di Icaro Sport
Calcio a 5: Coppa Emilia

Santa Sofia-Futsal Bellaria 12-4

di Icaro Sport
Notizie correlate
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna