domenica 25 agosto 2019
menu
In foto: i Carabinieri durante la protesta all'hotel Adriapress
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto Visualizzazioni 1.351 visite
mar 13 set 2016 13:34 ~ ultimo agg. 20:57
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto Visualizzazioni 1.351
Print Friendly, PDF & Email

Oggi la Polizia Municipale di Rimini ha notificato la sanzione amministrativa di 833,33 euro al gestore dell’hotel Saint Gregory Park per la violazione della legge 376 del 25 agosto 1988 (che garantisce l’accesso dei cani guida a seguito di una persona cieca agli esercizi pubblici) e della legge 60 dell’8 febbraio 2006 che definisce sanzioni da euro 500 a euro 2.500 per i titolari degli esercizi che impediscano od ostacolino, direttamente o indirettamente, l’accesso ai privi di vista accompagnati dal proprio cane guida.

“Siamo intervenuti in primo luogo per dare seguito a quanto previsto dalla legge – sottolinea l’assessore alla Polizia Municipale Jamil SadegholvaadMa è più di un atto dovuto. Il diniego ad ospitare una persona non vedente solo perché accompagnata da un cane guida, indispensabile per garantire un’autonomia negli spostamenti, è inaccettabile, oltretutto in una città come Rimini che da sempre fa dell’ospitalità la sua bandiera e che è nel cuore di milioni di turisti anche per la sua storica propensione all’accoglienza e all’apertura al prossimo. Se l’episodio di per sé è stato grave, ferisce ancor di più l’assenza di sensibilità perpetuata e l’incapacità di fare un passo indietro, anche di fronte a dei paletti chiarissimi e non interpretabili fissati dalla legge. Si tratta di un episodio che abbiamo doverosamente e convintamente sanzionato per il rispetto delle leggi, per il rispetto delle persone, per il rispetto di una comunità come quella riminese che ha voluto prendere da subito evidenti e nette distanze con un atteggiamento inqualificabile e fuori dalla legge”.

Notizie correlate
di Redazione   
di Andrea Polazzi   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna