giovedì 17 gennaio 2019
In foto: repertorio
di Simona Mulazzani   
lettura: 1 minuto
mar 20 set 2016 10:19
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Questa sera in piazza Tre Martiri a Rimini arriva l’Appello all’umano numero 26: sono infatti più di due anni che, dal 20 agosto 2014, ogni 20 del mese in piazza si svolge il rosario e una testimonianza a favore dei cristiani perseguitati in Medio Oriente e altrove nel mondo.

Questa sera a portare la sua testimonianza sarà padre Mtanious Hadad, un sacerdote siriano della chiesa Melchita.

Proseguono intento i ‘gemellaggi’ di questa iniziativa riminese anche in altre città: Cesena, Lugano, Siena, Perugia, Sassari, Prato, Andora (Savona), Portomaggiore, Loreto.  Si uniscono alla preghiera del 20 anche nei campi profughi di Erbil e nella stessa Aleppo.

Il comitato Nazarat di Rimini ha ricevuto inoltre richieste di informazioni e adesioni da alcune grandi città italiane come Milano, Bologna; dalla Liguria si vuole unire anche Rapallo mentre all’estero, in particolare dalla Spagna, l’appuntamento inizierà  anche nelle due più grandi città dopo Madrid e cioè Barcellona e Valencia. Sono alcune decine le comunità monastiche che pregano contemporaneamente il 20 di ogni mese a favore dei cristiani perseguitati a causa della loro fede in Medio Oriente e nel mondo. Tra questi il Monastero della Natività di Maria delle clarisse di Rimini e quello delle Adoratrici dell’Eucaristia di Pietrarubbia.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna