martedì 16 luglio 2019
menu
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
mer 28 set 2016 19:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Lo scorso martedì 27 settembre, una delegazione di attivisti di Casa Madiba Network si è recata ad Amatrice per portare i materiali raccolti in queste settimane. Abbigliamento invernale caldo e pesante, cernito tra i tanti capi portati nell’ultimo anno dalla #RiminiDegna al Guardaroba Solidale Madiba oltre a materiali vari (coperte, cuscini, giochi per bambini, stufetta elettrica, ecc) consegnati presso Casa Madiba da cittadini solidali.

Tutti i materiali sono stati lasciati presso il Campo Spazio Solidale di Amatrice, riferimento creato nelle ore seguenti al sisma del 24 Agosto ed autogestito da volontari ed attivisti delle Brigate di Solidarietà Attiva – Terremoto Centro Italia e dalla rete degli spazi sociali romani.

 

 

Altro obiettivo delle prossime settimane e che sta già impegnando gli attivisti è l’organizzazione di team di psicologi volontari per garantire un supporto psicologico continuativo ai sopravvissuti.

“Resteremo in contatto con i/le volontari/ie e gli/le attivisti/e del Campo Spazio Solidale – si legge nel comunicato stampa di Casa Madiba Network – sempre pronti a riattivarci per rispondere nel nostro piccolo a bisogni e necessità che possono nascere nei prossimi mesi all’interno dello Spazio Solidale ma anche per sostenere e supportare un lavoro dal basso importantissimo e fondamentale, che tiene unita la comunità sviluppando protagonismo ed attivazione dei cittadini – come accaduto con la nascita dell’associazione Amatrice 2.0 – affinché sia chi i territori li vive e li abita a poter gestire la ricostruzione degli stessi”.

Altre notizie
Curiosando tra la storia

La nave che si finse isola

di Andrea Polazzi
di Andrea Polazzi
Notizie correlate
di Lamberto Abbati   
FOTO
di Andrea Polazzi   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna