mercoledì 23 gennaio 2019
di Andrea Polazzi   
lettura: 1 minuto 3.281 visite
mar 27 set 2016 13:15 ~ ultimo agg. 28 set 15:26
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 3.281
Print Friendly, PDF & Email

Fumata bianca per il futuro, almeno quello prossimo, dei camping Alberello, Fontanelle e Adria di Riccione. Per i gestori e i 150 dipendenti delle tre strutture, che insistono sull’area ex Ceschina, nel luglio scorso era arrivata la brutta sorpresa, l’avviso di sfratto recapitato dalla nuova proprietà, facente capo al direttore d’ orchestra russo Valery Gergiev erede della contessa Ceschina, che intimava di lasciare liberi i terreni entro fine di ottobre. Immediato l’intervento dei sindacati ma soprattutto dell’amministrazione col sindaco Tosi che ha incontrato sia i gestori sia l’amministratore delegato Leon Siman della società lussemburghese Belleville Management che rappresenta il direttore d’orchestra.

Già nell’incontro dei primi di settembre era emersa l’intenzione della nuova proprietà di individuare la migliore soluzione possibile per consentire il pieno sviluppo economico delle aree interessate tenendo conto degli investimenti e degli adeguamenti normativi necessari, anche per mantenere gli attuali livelli occupazionali. Nei giorni scorsi le ulteriori rassicurazioni: l’attività dei tre camping sarà garantita per il 2017 senza necessità di smontare tutte le strutture. Con quale gestione però ancora non si sa, ha spiegato il sindaco Renata Tosi alla trasmissione di Radio Icaro e Icaro Tv Tempo Reale.

. L’intervista integrale al sindaco di Riccione Renata Tosi sulla pagina facebook della trasmissione Tempo Reale

Altre notizie
di Lamberto Abbati
di Maurizio Ceccarini
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna