mercoledì 23 gennaio 2019
di Redazione   
lettura: 1 minuto
gio 29 set 2016 14:19
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Un liquidambar, albero coloratissimo nella stagione autunnale, per piazzetta Agabiti. Lo ha donato alla città la ditta Pesaresi Giuseppe. L’albero è stato messo a dimora mercoledì. È in corso la posa delle lastre di pietra albarese che stanno trasformando la piazzetta da “parcheggio selvaggio” in un nuovo luogo della socialità cittadina. Nelle prossime settimane saranno installate le panchine, i cestini e gli stalli per le biciclette, in linea con quelli già installati nei precedenti interventi di riqualificazione.

È una parte, forse la più importante, degli interventi previsti dal terzo lotto dell’Anello delle nuove piazze che, con un costo complessivo di 730mila euro, sta completando la riqualificazione di cinque tra vie e piazze cittadine. Un intervento che iniziato a metà giugno su via Quintino Sella e, a seguito, su piazzetta Agabiti e via XXII Giugno si concluderà per i festeggiamenti del Patrono a metà d’ottobre. Non appena completata la posa della pietra, albarese e pietra della Lessinia, è in programma nei prossimi giorni la stesa dell’asfalto colorato e l’installazione dei fittoni dissuasori.

In particolare l’intervento su via Quintino Sella, piazzetta Agabiti, via XXII Giugno si collega con la via Tempio Malatestiano la cui riqualificazione si è conclusa nel luglio 2014. Lungo via XXII Giugno, tra Piazzetta Plebiscito e Piazzetta Agabiti, sono stati così mantenuti i marciapiedi esistenti sui due lati, ora realizzati con lastre in pietra del tipo “Albarese”, mentre la sede stradale sarà in asfalto colorato del “rosso” che caratterizza l’intero intervento. Oltre a Via Quintino Sella, Piazzetta Agabiti, Via XXII Giugno sono compresi nel terzo lotto dell’Anello delle nuove piazze gli interventi su Via Gozio de Battagli e Via dei Cavalieri da tempo conclusi.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna