Indietro
mercoledì 2 dicembre 2020
menu
Box nero home Icaro Sport

Santarcangelo Calcio. Marcolini si presenta: "noi dobbiamo diventare una squadra difficile da affrontare"

In foto: Parla il presidente Roberto Brolli
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
sab 2 lug 2016 15:05 ~ ultimo agg. 4 lug 15:06
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min Visualizzazioni 1.766
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

SANTARCANGELO CALCIO. MARCOLINI SI PRESENTA: “NOI DOBBIAMO DIVENTARE UNA SQUADRA DIFFICILE DA AFFRONTARE”

Il nuovo allenatore, la prima amichevole di lusso, un nuovo socio e il punto sul mercato, con l’attaccante Sasha Cori che firmerà lunedì mattina. Tante novità in casa Santarcangelo Calcio. Questa mattina (sabato), in una sala stampa del “Valentino Mazzola” gremita, è stato presentato il nuovo condottiero dei gialloblu: Michele Marcolini.

“Innanzitutto, grazie presidente – esordisce Michele Marcolini! Il primo impatto è stato ottimo da entrambe le parti. A me si è paventata questa occasione, ci siamo conosciuti. Sono contento della scelta che ho fatto, sono contento di venire in società seria, in una società sana, in una società che nonostante si muova a piccoli passi lo fa sempre con grande serietà e grande professionalità. Io cercavo una piazza dove poter lavorare, dove poter cercare di sviluppare le mie idee, dove creare un ambiente di lavoro sano e ottimale. Mi hanno parlato tutti bene del Santarcangelo. Da parte mia c’è grande felicità e grande voglia di iniziare questa avventura con l’obiettivo di valorizzare giocatori e ragazzi giovani che qui hanno la possibilità di crescere con tranquillità e con serenità. Questo è il nostro obiettivo. Quello che deve parlare più che l’allenatore è il campo”.

Come giocherà il Santarcangelo? “Alla fine la cosa più importante sono i giocatori – risponde l’allenatore -. Mi diranno loro come gli piace giocare. Noi dobbiamo diventare una squadra difficile da affrontare, questo è il nostro obiettivo. La base credo sia la costruzione di una mentalità adatta a questo tipo di campionato”.

Che campionato si aspetta? “Io ho sempre allenato nel girone A e ho visto un campionato in crescendo – continua Marcolini, forse anche per le difficoltà delle società di serie B. Il girone centrale lo conosco meno, ma la LegaPro è diventata un campionato in cui è sempre più difficile raggiungere gli obiettivi. Di sicuro affronteremo tante squadre di blasone e credo che andremo a giocare in stadi importanti”.

L’intervista video a Michele Marcolini:

[kaltura-widget uiconfid=”30012021″ entryid=”0_vyiysgp2″ width=”400″ height=”187″ /]

“Siamo partiti dallo staff. Ringrazio Oberdan Melini e Paolo Bravo che in tanti ci invidiano – dice il presidente del Santarcangelo, Roberto Brolli -. Siamo partiti da questo mister, Michele Marcolini, che per noi rappresenta un allenatore importante perché gli piace lavorare con i giovani, è molto giovane e dinamico e ha le caratteristiche per il Santarcangelo”.

La LegaPro tornerà serie C: “il 18 andremo all’assemblea di Lega – continua Brolli. Si tornerà al nome serie C, e credo sia più giusto perché ha il suo fascino, dopo la serie A e la serie B c’è la C, a sottolineare l’importanza di questo campionato”.

L’intervista video a Roberto Brolli:

[kaltura-widget uiconfid=”30012021″ entryid=”0_nb2bnu3a” width=”400″ height=”187″ /]

Il numero uno del Santarcangelo annuncia l’ingresso in società di un nuovo socio: “a settembre ci sarà un aumento di capitale. Entrerà in società Nicola Di Matteo, che oggi è qui con noi e che ha già diverse esperienze nel mondo del calcio”.

L’intervista video a Nicola Di Matteo:

[kaltura-widget uiconfid=”30012021″ entryid=”0_3qnc0c9a” width=”400″ height=”187″ /]

“Marcolini è l’allenatore che rispecchia l’identikit che avevamo tracciato – attacca il direttore sportivo del Santarcangelo, Oberdan Melini. È il nostro allenatore ideale, anche alla luce delle esperienze precedenti. Per quanto riguarda la nostra rosa, abbiamo tre giocatori sotto contratto: Venitucci, Drudi e Valentini. Per l’11° anno di fila Nardi sarà il nostro capitano, così come a giorni rinnoverà Giovanni Rossi. Il Cesena ci ha confermato il prestito del difensore Adorni, così come arriverà a Santarcangelo l’attaccante Sasha Cori. Lunedì mattina alle 10:30 abbiamo appuntamento presso la sede del Cesena per la firma.

Abbiamo preso contatti con l’Atalanta, che ho visitato insieme a Marcolini, di casa sia a Bergamo che a Verona sponda Chievo, continueremo il nostro rapporto con il Cesena e con l’Entella. Per scelta la nostra rosa quest’anno sarà più ristretta rispetto ai 24 giocatori della passata stagione. Ne metteremo a disposizione del mister 20-21, con al massimo 8-9 over ’93. Sarà rispettata la caratteristica del Santarcangelo di lanciare giocatori giovani e rilanciare giocatori che da noi possono ritrovare la giusta tranquillità per dare il loro meglio in campo. Per noi è un onore che Margiotta sia andato a giocare nella serie A svizzera o che Gerli vada a giocare titolare nell’Entella”.

L’intervista video a Oberdan Melini:

[kaltura-widget uiconfid=”30012021″ entryid=”0_xo4vcfoc” width=”400″ height=”187″ /]

“Sappiamo e sappiate che sarà una stagione, quella che andremo ad affrontare, sicuramente complicata – attacca Paolo Bravo, collaboratore tecnico del Santarcangelo -. Avremo delle difficoltà. Chi ha fatto bene l’anno scorso ci ha lasciato per lidi sulla carta migliori. E quindi dovremo essere bravi a ricostruire la squadra con valori morali e tecnici, cercando di salvarci all’ultimo minuto dell’ultima giornata. Per noi sarebbe come uno scudetto. Dobbiamo mantenere i piedi saldi per terra. L’anno scorso abbiamo costruito una squadra che si è rivelata buona, che probabilmente senza i punti di penalizzazione avrebbe potuto dare fastidio a qualche squadra importante, anche se è facile dirlo dopo. L’anno prossimo sarà un anno complicato, difficile, ma siamo abituati alle difficoltà e mi auguro che tutti insieme riusciremo a portare la barca nel porto, anche se qua non c’è il mare”.

Poi Bravo detta i tempi del precampionato: “il 15 luglio probabilmente ci ritroveremo qui in sede, partiremo per Bagno di Romagna il 18. Resteremo in ritiro dal 18 ai primi di agosto, poi chiuderemo a Santarcangelo, come abbiamo fatto l’anno scorso. Ha portato bene, per cui perché cambiare?”

L’intervento video in conferenza di Paolo Bravo:

[kaltura-widget uiconfid=”30012021″ entryid=”0_f04vjcj4″ width=”400″ height=”187″ /]

“Il 4 agosto al “Manuzzi”, di sera, ci sarà l’amichevole con il Cesena, questa volta non al “Mazzola” su esplicita richiesta della società bianconera” annuncia Melini.