Indietro
menu
Morciano Politica

Punto di primo intervento alla clinica Montanari. La richiesta di Sensoli (M5S)

In foto: la casa di cura Montanari
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 25 lug 2016 11:49
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dar vita ad un punto di Primo intervento alla Casa della Salute di Morciano, come punto di riferimento per la Valconca. A chiederlo, con una interrogazione alla Regione, è Raffaella Sensoli, consigliera del Movimento 5 Stelle e vice presidente della commissione sanità .

La richiesta parte dalla impossibilità per la casa di cura di gestire le emergenze: “Sia nei feriali ma soprattutto nei festivi  – afferma la Sensoli – la clinica Montanari è priva del servizio essenziale attrezzato con apparecchiature per elettrocardiogramma ed ecografia per una diagnosi efficaceIn caso di emergenza i pazienti vengono visitati da un medico generico e l’unica alternativa possibile è quella di rivolgersi ai Pronto soccorso di Riccione e Cattolica che, soprattutto durante la stagione estiva, sono sempre più affollati e dove i tempi di attesa molto lunghi”.

La proposta della Sensoli è di istituire il punto di primo intervento proprio all’interno della casa della salute: “potrebbe contribuire a risolvere gran parte dei problemi che oggi sono ancora riscontrabili in quella struttura

Ricorda che solo qualche settimana fa, poco prima delle elezioni amministrative,  il presidente Stefano Bonaccini, si era detto disponibile a un confronto sull’argomento, “smentendo così il direttore generale dell’Asl Romagna che invece aveva subito respinto l’ipotesi dell’istituzione di un punto di primo intervento. Speriamo che quella di Bonaccini – conclude – non fosse solo campagna elettorale“.