Indietro
menu
Politica Riccione

Ponte TRC. Noi Riccionesi: marchio indelebile di politica cinica

In foto: il porto canale
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 26 lug 2016 12:26
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Giovedì prossimo la zona intorno a viale dei Mille e al sottopasso sul Rio Melo, quello che da sempre rappresenta il passaggio nobile verso il porto e il centro della città, sarà definitivamente devastata“. Così inizia la nota di Noi Riccionesi sul varo del nuovo ponte del TRC su via dei Mille.

Cambierà per sempre la fisionomia urbana di tutta quella zona, e resterà lì ad imperitura memoria a fare da testimone e simbolo del livello di scelleratezza di chi ha voluto e difeso questa opera. Basterà questo ponte a raccontare tutti gli anni di lotta, gli sforzi, le battaglie, le sconfitte, le delusioni e le tante querele, vissute, subite, patite, sofferte, per fermare quell’obbrobrio. Basterà la sua invadente, inconcepibile ed assurda “ombra” a segnare per sempre il volto di una politica cinica, fredda. Di “quella politica” sorda e sprezzante non ha voluto sentire ragioni. Basterà la sua imponenza a far capire a tutti che ad aver perso quella battaglia non è stata Renata Tosi, ma la città tutta. Ma le responsabilità non si cancellano. Resteranno lì come un marchio indelebile”.

Notizie correlate