Indietro
menu
Attualità Mondaino

Fusione Montegridolfo, Saludecio e Mondaino: ecco i nomi in lizza

In foto: Saludecio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 5 lug 2016 16:54 ~ ultimo agg. 6 lug 12:17
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto Visualizzazioni 1.327
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Con il sì di Pd e Sel e l’astensione di Ln, M5s e Fdi-An, è stato approvato dalla commissione Bilancio, affari generali e affari istituzionali, presieduta da Massimiliano Pompignoli, l’articolato del progetto di legge per la fusione dei Comuni di Mondaino, Montegridolfo e Saludecio. I relatori del progetto di legge sono Nadia Rossi (Pd) per la maggioranza e Raffella Sensoli (M5s) per l’opposizione.

Ciascuna proposta referendaria si compone di due quesiti, quello relativo all’istituzione di nuovo Comune mediante fusione di quelli preesistenti, e quello sul nome del nuovo Comune. Le denominazioni proposte sono Castelli Malatestiani, Cinquecastelli, Valtavollo, Treterre, Alto Tavollo, Sant’Amato, Trecastelli di Romagna e Terre Malatestiane.

Mondaino, Montegridolfo e Saludecio fanno parte dell’Unione del Valconca, con una superficie complessiva di circa 61 chilometri quadrati e una popolazione di circa 5.500 residenti. In caso di fusione, a decorrere dal primo gennaio 2017, il nuovo Comune unico potrebbe beneficiare del contributo regionale di 140.000 euro all’anno, per la durata di quindici anni, e di un ulteriore contributo straordinario annuale in conto capitale di 150.000 euro per i primi tre anni.

Sul nome del nuovo Comune è intervenuta Raffella Sensoli (M5s) per chiedere “se, come anticipato dalla Giunta, è programmata una riduzione del numero dei nomi”. La Giunta ha riferito che “non ci sarà alcuna riduzione, perché occorrerebbero nuove deliberazioni comunali”.