Indietro
menu
Attualità Rimini

Esche per cani, forse avvelenate, in zona Questura di via Ugo Bassi

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 29 lug 2016 14:31
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Esche per cani, forse avvelenate, nell’area verde adiacente allo stabile abbandonato di via Ugo Bassi che avrebbe dovuto ospitare la questura. Le guardie ecozoofile sono intervenute ieri dopo la segnalazione da parte di alcuni cittadini ed hanno delimitato l’area (quella che si affaccia su via esche cani2Lagomaggio) col nastro bianco e rosso. Le guardie hanno effettivamente rinvenuto, nascoste nell’erba alta, esche di notevoli dimensioni che sono state inviate all’AUSL per verificarne la nocività o meno. “Meglio non creare allarmismi”, chiosa il responsabile delle Guardie Ecozoofile Matteo Fangarezzi spiegando che nel frattempo saranno comunque organizzati servizi preventivi (anche in borghese) per cogliere sul fatto eventuali malintenzionati.

Recentemente un falso allarme era scattato a Santarcangelo, raccontano le Guardie: alcuni pezzi di vetro sono stati scambiati per esche atte a creare danni agli animali. In realtà, a seguito di sopralluogo, sono stati trovati dei barattoli di Nutella che, presumibilmente per “gioco”, sono stati rotti e lasciati sul posto, ma verosimilmente, non preparati per ferire o uccidere.

L’nvito, a chi trovi cibo o sostanze dubbie, è quello di contattare immediatamente le Forze dell’Ordine o le Guardie Ecozoofile. Queste ultime sono raggiungibili via SMS e Whatsapp al 370 3131006.

Nel solo 2011, ultima statistica conosciuta a livello della Regione Emilia Romagna, sono stati circa 150 i casi di effettivo ritrovamento di bocconi avvelenati, ma questa è solo la punta dell’iceberg. Si pensa, infatti, che i casi non denunciati siano molti di più.

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini   
VIDEO
di Redazione