Indietro
giovedì 26 novembre 2020
menu
Eventi Rimini

Blond Readhead il trio simbolo dell’art indie rock a percuotere la mente

In foto: Il trio blonde readhead
di Lucia Renati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 21 lug 2016 13:33
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Un trio newyorkese, dal sangue italo giapponese, capace con un disco di entrare nella storia di un genere. Rimini è l’ultima delle sei tappe italiane dei Blonde Redhead, protagonisti lunedì 25 luglio (ore 21.15) sul palco della Corte degli Agostiniani per il quarto appuntamento con Percuotere la mente, la sezione della Sagra Malatestiana dedicata alle contaminazioni.
In questo live la band, accompagnata per la prima volta da un quartetto d’archi, proporrà tutte le tracce di “Misery is a Butterfly”, uno dei dischi fondamentali della storia dell’art rock – indie rock degli ultimi vent’anni, un piccolo gioiello, un concentrato di splendide canzoni, melodie dolci, atmosfere rarefatte, distorsioni, originali ricordi sixties, omaggi a Battisti, evocazioni “Gainsburghiane”.
Fino al 2004 la band di Kazu Makino e i gemelli Amedeo e Simone Pace, grazie ad album fondamentali come “Melody Of Certain Damaged Lemons” (2000) e “La Mia Vita Violenta” (1995), era ritenuta tra le band più amate e rispettate del panorama alternativo/indipendente.

Con “Misery is a Butterfly” (2004), in piena esplosione del sound britannico, il trio raggiunge un pubblico decisamente più ampio. La sua copertina, un’immagine evocativa dell’artista Carlo Mollino è diventato un classico, uno dei pezzi più importanti della storia della musica art-rock/indie-rock degli ultimi anni conquistando la stampa di tutto il mondo. Minimalismo e magia raccolta in undici brani la cui bellezza ha continuato negli anni a conquistare estimatori finendo per essere uno dei dischi più citati da diversi artisti di grande importanza a livello mondiale, come i canadesi Arcade Fire e i loro concittadini Interpol.
La seconda parte del live riminese vedrà la band ripercorrere la sua ormai ultraventennale carriera, fino ad arrivare all’ultimo particolarissimo album di studio, “Barragan”, pubblicato nel 2014 da Kobalt.

Ingresso: 15 euro.
Inizio del concerto ore 21.15

Altre notizie
Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione