Indietro
menu
Attualità Santarcangelo

Bilancio partecipato, 3 i progetti finanziati. Il più votato "Pronti Integrazione...VIA"

In foto: Il Municipio di Santarcangelo
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 17 lug 2016 10:08
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sono state scrutinate le 818 schede di voto per il bilancio partecipato a Santarcangelo. Alla fine sono 3 (dei 27 ammessi al voto sui 42 complessivi presentati) i progetti che saranno finanziati per un importo complessivo di 19.958,36 euro. Primo classificato – con 100 voti – è il progetto proposto dall’A.S.D. culturale AG23 dal titolo “Pronti Integrazione… VIA!”, che con un importo di 7.008,36 euro prevede di avviare un progetto di inclusione sociale attraverso l’attività sportiva per ragazze e ragazzi disabili di età compresa tra 10 e 20 anni. Rientrano nello stanziamento complessivo anche la realizzazione di un attraversamento pedonale in via Santarcangelese all’altezza del numero civico 171, nei pressi di via Dalla Chiesa, per una spesa di 10.450 euro (proposta da Rossana Montevecchi) e il progetto di Cristian Lombardi sul Piedibus per migliorare le attuali tre linee gestite da volontari tramite l’acquisto di nuovi carretti porta-zaini, la realizzazione di un attraversamento pedonale rialzato in via Piadina e l’istituzione di un fondo per le spese di manutenzione, per un importo di 2.500 euro.

In termini assoluti di preferenze, subito dopo il progetto dell’AG23 si sono piazzate le proposte per la riqualificazione dei parchi Francolini (avanzata da Tiziano Corbelli per una spesa di 19mila euro) e Baden Powell (indicata dall’AGESCI per un importo di 20mila euro), rispettivamente con 85 e 76 voti. Entrambe però non verranno finanziate dal momento che, in aggiunta ai 7.008,36 euro del progetto vincente, avrebbero superato l’importo complessivo di 20mila stanziato dall’Amministrazione comunale.
. Qualche numero sul Bilancio partecipato: 42 i progetti pervenuti all’Amministrazione comunale, 27 dei quali ammessi al voto. 818 i cittadini che dal 1° al 15 luglio hanno espresso la propria preferenza per una delle proposte, di cui 498 le femmine e 320 i maschi. 5 gli ambiti tematici a cui afferivano i diversi progetti: area 1. “Lavori pubblici, mobilità e viabilità” (215 i voti complessivi), area 2. “Spazi e aree verdi” (232 i voti complessivi), area 3. “Attività socio-culturali e sportive” (229 i voti complessivi), area 4. “Politiche sociali, educative e sportive” (97 i voti complessivi) e area 5. “Sviluppo socio-economico” (45 i voti complessivi).

. Le dichiarazioni. Il sindaco Alice Parma: “L’esito del processo partecipativo – dichiara il sindaco – non era affatto scontato. Senza dubbio Santarcangelo è una città dove il senso civico e l’attaccamento dei cittadini all’ambiente in cui vivono, lavorano e socializzano è forte, ma il Bilancio partecipato rappresentava una scommessa anche per l’Amministrazione comunale. Si trattava infatti di una prima sperimentazione – continua il sindaco Parma – ma come sempre la risposta della comunità non si è fatta attendere, anzi ha superato le nostre aspettative, sia per il numero delle proposte avanzate sia per la qualità e differenziazione dei progetti che abbracciavano aree tematiche diverse e tutte ugualmente importanti per la qualità e la bellezza della nostra città. Anche se sono tre le proposte che con il budget stanziato riusciremo a realizzare – conclude il sindaco – terremo certamente in considerazione tutte le indicazioni pervenute come base di lavoro per il futuro”.

Il vice sindaco e assessore al Bilancio, Emanuele Zangoli, sottolinea l’importanza della partecipazione come diritto della comunità, tanto più quando si parla di contribuire in maniera concreta e responsabile alle scelte in materia di programmazione economico-finanziaria. “Prendendo parte personalmente a tutte le fasi individuate dal Regolamento per il Bilancio partecipato, che ricordo è stato approvato all’unanimità dal Consiglio comunale – prosegue il vice sindaco Zangoli – posso affermare che si è trattato di un’iniziativa innovativa a cui i cittadini e le associazioni del territorio hanno risposto in maniera ricca e articolata, offrendo una serie di spunti interessanti per l’attività futura dell’Amministrazione. Insomma un supporto prezioso anche per il lavoro di noi amministratori e un’occasione di apprendimento reciproco tra città e pubblica amministrazione, che certamente andrà ripetuta nei prossimi anni”.

 
Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione