martedì 12 novembre 2019
menu
Lavoro Rimini

Botta e risposta tra Airiminum e sindacati. Filt cgil- Filt cisl: nessun ostruzionismo

In foto: l'aeroporto di Rimini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 18 mag 2016 17:06 ~ ultimo agg. 17:07
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

In una nota congiunta, Ornella Giacomini FILT CGIL e Gilberto Bellucci – FIT CISL replicano alle critiche apparse sulla stampa sulle mancate relazioni all’interno dell’Azienda.

”Airiminum fa riferimento ad una paventata richiesta di astensione dal lavoro. Non si comprende come Airiminum abbia ricavato la notizia considerando che le OOSS non hanno avanzato tale richiesta nel comunicato inviato. Non accettiamo che ci si dica di fare ostruzionismo, noi che ci siamo sempre adoperati per la tutela dei lavoratori e la ripresa dello scalo anche in tempi peggiori. Per quanto riguarda la concessione di uno spazio aziendale per poter effettuare l’assemblea ribadiamo che tale spazio non ci e’ stato autorizzato da nessun interlocutore aziendale. Il nostro obbiettivo è di lavorare congiuntamente per l’aeroporto quale struttura strategica per la città. Al sindacato, come riporta il comunicato di Airiminum, non spetta sapere lo sviluppo dell’aeroporto ed invece, noi diciamo che, spetta a noi come ai cittadini, capire quale sia attualmente e nel futuro, il ruolo dell’aeroporto nel contesto del territorio.
Inoltre, quando Airiminum ha assunto la gestione dello scalo sapeva che per quanto riguardava i lavoratori in mobilità era stato stilato un accordo in Prefettura sottoscritto dal Curatore fallimentare, dalla Provincia e dalle Organizzazioni Sindacali, secondo il quale chi subentrava nella gestione dell’Aeroporto preferibilmente, si impegnava ad assumere prioritariamente questi lavoratori, quale valore aggiunto per la loro professionalità.

Dunque, il numero dei lavoratori non stava a zero. E, tra l’altro, la nuova Società, assumendo lavoratori in mobilità, ha anche usufruito degli sgravi fiscali.

Infine il tema delle relazioni sindacali che riguarda sia le gestioni private che pubbliche.
A questo proposito il Contratto Nazionale di settore, proprio in premessa, fa riferimento alla strategicità del sistema di relazioni industriali quale strumento di governo dei processi settoriali e aziendali e, più avanti nel testo, il Contratto impegna le Aziende a esporre una volta all’anno l’andamento relativo ai dati di traffico, le prospettive di sviluppo dell’attività, l’andamento della produttività e le previsioni di investimento nonché i progetti su occupazione, condizioni di lavoro, condizioni ambientali/ecologiche e sicurezza sul lavoro.

Forse atteggiamento ostruzionistico e mirato all’interesse di pochi è quello di chi pensa di poter gestire un’infrastruttura così importante e strategica, come l’Aeroporto, come cosa propria”.

 

Altre notizie
di Redazione
di Andrea Polazzi
Notizie correlate
di Lucia Renati   
VIDEO
di Redazione   
di Simona Mulazzani   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna