21 novembre 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Sfratto Famija Arciunesa. Lo Magro: trattati peggio di inquilini morosi

Famija Arciunesa

in foto: Giuseppe Lo Magro con i sindaco di Riccione Renata Tosi

Una raccomandata amara quella che è arrivata nella buchetta della Famija Arciunesa. Anche la storica associazione riccionese, come già successo alle altre ospitate in immobili pubblici, dovrà lasciare i locali che occupava, il primo piano della casa colonica nel parco della Resistenza di Riccione, sfrattata dal comune in attesa del bando che riassegnerà gli spazi. Hanno tempo un mese per liberare di tutto il materiale le stanze. Dopo che la notizia è apparsa sulle pagine odierne de La Voce abbiamo intervistato nella nostra trasmissione  Tempo Reale  su Radio Icaro-IcaroTv Giuseppe Lo Magro, presidente Famija Arciunesa.

Domani sera l’associazione si riunirà in direttivo e deciderà il da farsi, con la speranza che sia ancora possibile un confronto con l’amministrazione. Lo Magro ammette che l’affitto, 50 euro annui, fosse simbolico, ma è convinto che la Famija Arciunesa, anche per il ruolo che si è ritagliata negli anni in città, meriti un trattamento diverso.

A Tempo Reale (Radio Icaro – Icaro Tv) l’intervista a Giuseppe Lo Magro di Famija Arciunesa

 

Redazione Newsrimini

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454