venerdì 18 gennaio 2019
In foto: la riflessione del Vescovo davanti ai cresimandi e ai loro genitori
di Redazione   
lettura: 3 minuti
dom 6 mar 2016 17:06 ~ ultimo agg. 7 mar 21:25
Print Friendly, PDF & Email
3 min
Print Friendly, PDF & Email

Novecento ragazzi del vicariato urbano di Rimini con i loro genitori (in totale circa 1800 persone) hanno riempito la Basilica Cattedrale per il secondo incontro del Vescovo con i cresimandi. La riflessione di Monsignor Lambiasi è partita dal crocifisso di Giotto. Poi due testimonianze proposte ai genitori: quella di Chiara e Mattia che si sono riavvicinati alla fede dopo una giovinezza difficile e lo hanno sentito presente nella loro vita con forza quando hanno perso la loro bimba pochi giorni prima del parto. E quella di Antonello che ha vissuto l’esperienza del carcere e oggi è uno dei responsabili della Casa Madre del Perdono, la realtà della APG23 che accoglie carcerati. Antonello due settimana fa ha incontrato Papa Francesco e gli ha donato il formaggio del perdono prodotto dai carcerati. Domenica prossima l’ultimo incontro, per i Vicariati Valmarecchia, Litorale Nord, Savignano-Santarcangelo

L’incontro sarà proposto su Icaro Tv (canale 91) venerdì alle 22.10


I numeri. È vero: la gente che frequenta la Messa è in calo. È vero pure che diminuiscono i matrimoni celebrati in chiesa. Ma ci sono segni nuovi di aria nuova attorno alla “questione-Dio”.

Come per esempio il fenomeno degli incontri per i cresimandi e i loro genitori.
Siamo ormai alla quinta edizione e il fenomeno non solo non registra flessioni di sorta, ma oltre che nel numero, continua a crescere in qualità di partecipazione e in indici di gradimento.
1.600 tra genitori e figli al primo incontro. Oltre 1.700 domenica 6 marzo, in un clima di ascolto, comunione e fraternità. Manca ancora il terzo ed ultimo incontro, domenica 13 marzo con il Vicariato Valmarecchia e Rimini nord, ma i numeri di questa edizione 2016 degli “Incontri con i cresimandi” sono impressionanti. Che ci fanno ragazzini di 11-12 anni con i loro genitori alla domenica pomeriggio in Basilica Cattedrale, a Rimini?

L’incontro. L’Ufficio Catechistico Diocesano Rimini ha invitato coloro che devono ricevere (o hanno appena ricevuto) il Sacramento della Confermazione durante questo anno pastorale ad un incontro con i loro genitori alla domenica pomeriggio in Basilica Cattedrale. Il Vescovo di Rimini propone la figura di Zaccheo e la gioia che nasce dall’incontro con Gesù. Gioia, una felicità grande, sfacciatamente incontenibile.

Gli Stadio e il Crocifisso di Giotto. Di che si tratta? Ogni anno il Vescovo scrive una lettera ai ragazzi che stanno per ricevere la cresima e li invita a venire con i rispettivi genitori in Cattedrale, a Rimini, per un pomeriggio di ascolto e di contemplazione.
Nella prima ora si tengono due maxi-incontri in parallelo: i ragazzi si radunano in Sala Manzoni (499 posti a sedere, che non sono sufficienti per gli oltre 700 partecipanti) seguiti dal direttore dell’Ufficio Catechistico diocesano don Daniele Giunchi, ha aiutato a riflettere i ragazzi con l’ausilio di spezzoni di video e brani tratti da internet, mentre i genitori si ritrovano in Duomo con il Vescovo, per ascoltare una meditazione sulla “buona notizia” della morte e risurrezione di Gesù – attraverso una rilettura particolareggiata del Crocifisso di Giotto . E poi ascoltano delle testimonianze dal vivo e in video di persone che non si mettono a “dimostrare”, ma riescono a “mostrare” la verità di quanto il Vescovo ha prima affermato. E cioè che è possibile, dopo duemila anni, incontrare Gesù nella nostra vita, oggi. E la tantissima gente ascolta assorta, grata e al termine non riesce a trattenere lacrime e festosi battimani.
Domenica 6 marzo hanno dato la loro testimonianza Antonello, un detenuto della Casa “Madre del Perdono” dell’APGXXIII e una coppia di giovani sposi, Chiara e Mattia. La coppia riminese ha raccontato la sua vicenda: dalla voragine della droga e dell’alcool sono risaliti sentendosi “afferrati” da un Gesù vivo e simpatico, come diceva don Oreste Benzi. Appuntamento alle 15 incontrano in Cattedrale.
Il Vescovo (alla scuola di don Oreste) ha preso in contropiede i genitori con una citazione degli Stadio. “Un giorno ti dirò che ho rinunciato alla mia felicità per te”. “La potete dire voi genitori ai vostri figli. – l’invito del Vescovo – Ma vi invito a sentirla, questa frase, dalle labbra di Gesù, che la rivolge a tutti e a ciascuno di noi…”.

10 minuti di applauso. Al termine i ragazzi sono scesi in Cattedrale, accolti dall’applauso di ben 10 minuti dei genitori, mentre si sistemavano “ad aiuola” per terra davanti al presbiterio.
Impressionante è il minuto di silenzio che il Vescovo invita a fare con genitori e ragazzi davanti all’immagine del Crocifisso di Giotto, rilanciata attraverso un gigantesco maxi-schermo.

Domenica prossima l’ultimo incontro, per i Vicariati Valmarecchia, Litorale Nord, Savignano-Santarcagelo. È facile prevedere un altro appuntamento dai numeri importanti e dall’audience altissima.

Altre notizie
di Redazione
Notizie correlate
di Simona Mulazzani
VIDEO
Le iniziative per don benzi

Una strada per don Oreste

di Redazione
VIDEO
di Maurizio Ceccarini
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna