mercoledì 23 gennaio 2019
di Redazione   
lettura: 1 minuto 1.234 visite
lun 7 mar 2016 18:30 ~ ultimo agg. 8 mar 11:09
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 1.234
Print Friendly, PDF & Email

La Finanza di Faenza ha scoperto una frode fiscale da 27 milioni di euro per evadere le tasse, commessa da 6 imprese che commerciavano auto e imbarcazioni.
Tutte le imprese, riconducibili ad un imprenditore faentino – R.C. di 53 anni, da sempre evasore totale – avevano sede in Italia, a San Marino, ma anche nella zona franca di Madeira (Portogallo). Quattro le persone denunciate per reati tributari.

È stata inoltre proposta la confisca per equivalente di beni riconducibili agli indagati e alle società oggetto d’indagine.
Le imprese erano una sorta di ‘concessionario virtuale’, domiciliate nell’abitazione di residenza dell’imprenditore. Le verifiche fiscali hanno permesso ai finanzieri di ricostruire la contabilità e accertare l’inesistenza di società, mere ‘cartiere’ create per agevolare l’evasione, in un collaudato sistema che durava da 10 anni.

Il sistema ha permesso di commercializzare un migliaio tra auto, moto, imbarcazioni da diporto a prezzi concorrenziali grazie all’evasione.

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna