martedì 17 settembre 2019
menu
In foto: l'area dell'intervento
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 10 mar 2016 13:12
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Gioenzo Renzi, consigliere comunale di Fratelli d’Italia, torna a chiedere la demolizione dell’ex bar-pizzeria del sottopassaggio del grattacielo. Il 29 febbraio è scaduto il terzo bando (i primi due sono andati deserti) per concedere la concessione d’uso per la struttura da destinare a “Caffè culturale” con la somministrazione di alimenti e bevande al pubblico.
“E’ il terzo bando di gara – dice Renzi – che va a vuoto nonostante la riduzione del canone annuo di concessione dell’immobile dai 23.000 euro del 1° bando ai 17.000 euro del secondo, ai 12.000 euro di quest’ultimo, a partire dal 9° anno della concessione alla scadenza del 18° anno, in cambio dei lavori di riqualificazione.”
Il consigliere di FdI ricorda come l’area, consegnata nell’agosto 2013 dall’ex Concessionario al Comune, sia ancora purtroppo una zona degradata e ritrovo per la microcriminalità.
Renzi propone di ripristinare tutta l’area a Giardino pubblico (mozione bocciata dalla maggioranza), demolendo l’ex bar che “da piccolo chiosco in legno negli anni 60 si è trasformato in muratura fino agli attuali 228 mq., ampliandosi con diversi abusi edilizi”.
Il consigliere suggerisce anche di risistemare la fontana risalente al 1927 “senza getto d’acqua tutto l’anno, ridotta a contenitore di foglie, immondizie, acque piovane” e di vietare “la sosta permanente e invasiva agli autobus di Start Romagna su Viale C.Battisti, per offrire una immagine decorosa”.

Chiaramente è prioritario assicurare il rispetto della legge e dell’ordine in una zona “critica” come i Giardini della Stazione – conclude Renzi – con la presenza e vigilanza degli Agenti della Polizia Municipale per impedire i comportamenti vietati (dormitorio, bivacchi) applicando le ordinanze e il Regolamento di Polizia Urbana, operando di concerto con le Forze dell’Ordine nel contrastare i malavitosi, gli spacciatori di droga, i nulla facenti, potenziando la video-sorveglianza, per garantire la sicurezza ai cittadini e ai turisti che arrivano col treno a Rimini, e che dalla Stazione, transitano verso il centro storico o la marina”.

Notizie correlate
di Simona Mulazzani   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna